ASCOLTA RLB LIVE
Search

SOS Afa: strategie anti-caldo

Le strategie anti-caldo: le ondate di calore evidenziano condizioni di rischio per la salute.

COSENZA – SOS Afa: sono tante le strategie da adottare. Evitare di stare all’aperto nelle ore più afose della giornata. Indossare abiti comodi e leggeri. Accostare le tapparelle di casa per mantenere in ombra gli ambienti domestici. Bere abbondantemente. Se usiamo il climatizzatore regoliamolo su una temperatura di qualche grado inferiore a quella esterna. Lo sbalzo di temperatura tra interno ed esterno potrebbe essere troppo forte, procurandoci un raffreddore o una sensazione di caldo ancora più intensa.

 

Gli abiti larghi e i tessuti naturali, specie il cotone e il lino, sono i più indicati perché consentono alla pelle di traspirare liberamente. I colori chiari sono più freschi rispetto a quelli scuri perché assorbono meno le radiazioni solari. Scegliamo outfit il più possibile semplici, anche nelle occasioni più formali, e prestiamo attenzione ai nostri piedi, indossando scarpe comode e aperte: le gambe e i piedi tendono infatti a gonfiarsi quando fa caldo, perché la circolazione linfatica e il microcircolo delle estremità inferiori diventa meno efficiente. Portiamo con noi un cappello leggero, di cotone o di paglia, utile per proteggere la testa e il viso dal troppo sole.

 

L’estate è la grande stagione di frutta e verdura, fresca, idratante e ricca di sali e vitamine. La verdura è perfetta anche cruda, da mangiare in pinzimonio, in insalata o da aggiungere a centrifugati ed estratti. I prodotti dell’orto sono altrettanto benefici della frutta, ma sono meno zuccherini e quindi con un apporto inferiore di calorie, un elemento da non trascurare se stiamo cercando di rimetterci in forma per la prova costume. Sì anche agli alimenti che richiedono una cottura semplice e breve, mentre sono da evitare i piatti elaborati, troppo ricchi di grassi o di spezie piccanti, che aumentano il senso di afa e di sete, le bevande alcoliche. Ottimi anche i ghiaccioli e i gelati, anche per sostituire il pasto di mezzogiorno, e soprattutto i sorbetti alla frutta, meno calorici dei gusti alle creme.

Oltre a bere due litri di acqua al giorno e consumare bevande fresche, invece del gelato, più calorico e ricco di zucchero, fai merenda con i frullati. Inizia la giornata contro l’afa, con frutta fresca è un tocco di fresca golosità. Evita le bevande di produzione industriale, con un alto contenuto di zucchero e prepara a casa tisane, da bere anche fredde, che dissetano in modo più efficace. Prepara un infuso con erbe miste, aggiungi un rametto di menta, dal sapore fresco, e conserva in frigo.  La merenda della nonna è un’abitudine salutare anche da adulti: il pane con un filo d’olio profumato e un pizzico di sale ti aiuterà se soffri di pressione bassa. Per farcorretto rispetto a chi beve grosse quantità di acqua in poco tempe scorta di liquidi e sali minerali sfrutta acqua, frutta e verdura, da mangiare nei pasti principali e come spuntino: ottime le banane, ricche di potassio. Insalate, yogurt, cibi semplici e poco manipolati per una dieta leggera e colorata. Tieni una borraccia in borsa: ti permetterà di conservare fresca l’acqua e dissetarti con piccoli sorsi frequenti.

 

Se in pausa pranzo sei a casa adotta la strategia di distenderti sul divano, tenendo le gambe sollevate per combattere l’afa. A fine giornata immergi i piedi in un catino di acqua tiepida, dove gettare due pugni di sale grosso o bicarbonato. Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di menta, lavanda, o arancio amaro. Poi massaggia le gambe dal basso verso l’alto con un olio profumato e dedicati un quarto d’ora sul divano. Di notte dormi con un cuscino sotto le gambe: puoi aiutarti a tenerle alzate anche infilando una valigia o uno spessore tra la rete e il materasso. Sei al mare? Via libera alle passeggiate avanti e indietro lungo il bagnasciuga, con le caviglie immerse nell’acqua.