ASCOLTA RLB LIVE
Search

Lavarsi bene le mani è fondamentale, ecco perchè

Non tutti sanno che lavarsi le mani è una norma igienica fondamentale: ricerche dimostrano che questa semplice pratica riesce a rimuovere circa il 90% dei germi.

 

COSENZA – Lavarsi le mani è fodamentale per prevenire la diffusione di germi, è bene farlo in tutte le occasioni che possono facilitare questa diffusione. Lavarsi le mani soprattutto prima, durante e dopo aver preparato il cibo, prima di mangiare e prima e dopo aver curato una persona malata o aver trattato un taglio o una ferita. Ma anche subito dopo aver soffiato il naso, tossito o starnutito, aver usato la toilette, cambiato i pannolini o pulito un bambino che ha usato la toilette, toccato un animale, mangimi o rifiuti di origine animale e dopo aver toccato la spazzatura.

 

Come lavarsi le mani

Il primo passo è quello di bagnare le mani con acqua corrente pulita, chiudere il rubinetto e applicare il sapone, insaponarle con cura strofinandole insieme, senza tralasciare il dorso delle mani, lo spazio tra le dita e quello sotto le unghie: almenoper 20 secondi. Da ultimo, risciacquarle bene sotto l’acqua corrente pulita e asciugarle con un asciugamano pulito, con una tovaglietta di carta o con il soffio d’aria.

I più piccoli

E’ fondamentale insegnare la corretta procedura ai più piccoli, in modo tale che imparino a lavarle in autonomia. L’esempio e la pratica sono infatti molto importanti per l’apprendimento. A un bambino, 20 secondi possono sembrare un’eternità: per superare questa difficoltà si può insegnare una filastrocca da ripetere durante il lavaggio, in modo tale da rendere la pratica un momento divertente e giocoso. Una volta che hanno imparato e sono autonomi, è utile ricordare loro di lavarsi prima dei pasti, dopo aver usato la toilette e in tutte le altre situazioni in cui è consigliato.