ASCOLTA RLB LIVE
Search


IQ Option: le opinioni nel web sul famoso broker online

Uno dei principali problemi del trading online è l’alto numero di pregiudizi e fake news che circolano a riguardo.

 

Se in alcuni casi, in effetti, gli utenti rischiano di trovarsi dinanzi a truffe ben congegnate per privarli dei loro risparmi, ad ogni modo ciò è dovuto alla mancanza di adeguate informazioni in materia.

Il trading online attraverso piattaforme di meta-trading è una realtà relativamente giovane e in piena affermazione, che sta piano piano trasformando il modo stesso di concepire il lavoro. Il progresso di un settore che permette ad ogni individuo di realizzarsi a pieno, garantendogli profitti considerevoli a fronte di un impegno costante ma non sfiancante, è tuttavia minacciato da una serie di opinioni false, frutto di ignoranza più che esperienza.

Il caso IQ Option

A iqoptionrecensione.com va indubbiamente attribuito il merito di aver fornito un esempio su come sfatare i falsi miti sul trading online. IQ Option è una delle piattaforme online leader nel settore, con oltre 15 milioni di iscritti nel 2019. Presente in oltre 178 paesi, con circa 3 milioni di operazioni concluse ogni giorno per un volume d’affari complessivo di oltre 25 miliardi di dollari.

Le opinioni negative su IQ Option sono appena il 5% delle recensioni totali e sono tutte fondate su una profonda incomprensione della natura del servizio. Di questo 5%, infatti, molte si basano sulla pretesa che la piattaforma non abbia versato loro i profitti ricavati.

Un’attenta lettura delle recensioni, tuttavia, mostra chiaramente il motivo di questa lamentela: i versamenti bancari di norma, infatti, possono richiedere tempi anche molto lunghi (fino a 45 giorni) per andare in porto. Solitamente in media non impiegano più di 48 ore, questo è vero, ma il ritardo non giustifica affatto l’accusa!

Un altro dei problemi addossati a IQ Option è il rifiuto di accreditare i profitti sulla carta Amex: sarebbe bastato leggere il regolamento della piattaforma per sapere che IQ Option non ammette l’utilizzo di quel tipo di carte di credito!

Il trading online ha dei requisiti ben specifici ed è semplicemente assurdo che una piattaforma riconosciuta dalla CySEC e dalla Consob abbia alcun interesse a truffare i propri utenti, soprattutto se si tiene conto che tutto il loro guadagno dipende dal numero di azioni che gli utenti fanno!

Pur di rientrare nelle regolamentazioni imposte dagli organi competenti, infatti, tutte le piattaforme di meta-trading online hanno dovuto limitare i servizi offerti agli utenti per evitare il rischio di truffa!

Il trading online è il futuro?

Il trading online si presenta per sempre più persone come il futuro: sempre più sicuro, con sempre maggiori e nuove prospettive e sempre minori margini di rischio. I servizi di formazione, con consulenze professionali e consigli d’investimento, sono strutturati in modo tale che anche un investitore alle prime armi possa formarsi gratuitamente nel settore.

Il potenziale di crescita del trading online, nonostante i numeri in continua crescita, non ha ancora mostrato la sua piena portata. Le opinioni negative, laddove infondate, rischiano di far naufragare quella che potrebbe benissimo essere considerata la rivoluzione economica del nuovo millennio.

Le piattaforme di trading online stanno, infatti, subendo un perfezionamento rapidissimo, e IQ Option ne è sicuramente la prova: il suo sviluppo sta dando forma ad un nuovo modo di fare profitti, più comodo, più sicuro, alla portata di tutti.

 Non credi anche tu valga la pena di informarsi di più?

Per saperne di più su IQ Option è possibile leggere questa guida dedicata: https://iqoptionrecensione.com/iq-option-truffa-opinioni/