ASCOLTA RLB LIVE
Search

Domani al Museo del Presente, incontro con lo scrittore Benito Patitucci

E’ in programma per le ore 16.30 domani, presso la Sala Tokyo del Museo del Presente una serata particolare, un “incontro con lo scrittore Benito Patitucci”

 

RENDE (CS) – Un incontro per raccontare la sua vita, il suo percorso, le sue opere ma soprattutto una vita, quella dello scrittore cosentino Benito Patitucci, intrecciata tra la dedizione al lavoro e l’amore spassionato per tutto ciò che attiene e fa cultura. I suoi interessi, infatti, spaziano dalla poesia alla prosa, dal saggio alla novellistica, dalla storia del passato alla contemporaneità, dall’astronomia agli affascinanti misteri che circondano le nostre esistenze, dal rispetto per la natura e l’ambiente alla speleologia attiva. Una serata, pertanto, senz’altro interessante e particolare, che avrà la sua conclusione con un momento di convivialità.

Benito Patitucci è nato a Lattarico (Cs) il 24 luglio 1936, ma vive a Cosenza fin da tenerissima età. Dinamico imprenditore nel campo della computergrafica, oggi in pensione. Giornalista, poeta, saggista, romanziere, appassionato cosmologo. È socio ordinario e membro dell’Assemblea Generale della prestigiosa e plurisecolare Accademia Cosentina (1507).

Nel 2001 ha ricevuto il Premio della Cultura (settore narrativa) dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 2013 gli è stato conferito, dall’Associazione “GueCi” di Rende, il Premio alla Carriera per il costante impegno in ambito culturale. Nel 2015, dalla Commissione Cultura del Comune di Cosenza, gli è stata consegnata una targa di riconoscimento come “Autore di terra di Calabria”. Nel 2017 è stato nominato Membro Onorario dell’Associazione Culturale “Brutia Libera” di Cosenza. Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti in numerosi concorsi letterari a livello nazionale e internazionale. Si occupa attivamente di speleologia, di alpinismo e di territorio. Vanta una numerosa e poliedrica produzione letteraria che, a partire dal 1954, conta ben 41 titoli (di cui: 8 sillogi poetiche, 10 saggi, 5 volumi di prosa e poesia, 1 favola, 2 lavori per il teatro, 2 volumi storici, 13 romanzi di vario genere).

L’iniziativa, vedrà la partecipazione del sindaco di Rende, Marcello Manna,  e l’intervento di Giuseppe Tagarelli insieme ad Alessandra Patitucci, entrambi ricercatori del Cnr-IsaFom di Rende. A coordinare l’incontro, la presidentessa dell’Associazione Brutia Libera. Voce narrante, Livia Caputo mentre gli intermezzi saranno affidati a Elisabetta Conte e Chiara Pia Conte, della scuola di canto di Rosa Martirano.