ASCOLTA RLB LIVE
Search

Lamezia, H2io: la nuova produzione di Scenari Visibili

Dopo il debutto a Caserta, allo Spazio Civico 14, H2io nuova produzione di Scenari Visibili, nonché ultimo appuntamento di Ricrii, sarà in scenaoggi e domani alle 21 nella sala Beck to Beck del Tip Teatro, a Lamezia Terme.

 

COSENZA – Prosegue, informano dal Tip anche con questo nuovo lavoro, l’indagine sul presente, mediante una ricerca che bada alla libertà della scrittura. In atto la letteratura del nostro tempo, quella di più generazioni con il comune spaesamento geografico ed emotivo. Il racconto di figli che ritornano e per questo destinati a restare sempre bambini. 04H2io con Dario Natale supporto drammaturgico e tecnico Luca Vittorino, consulenza alla regia/acting coach Ester Tatangelo, consulenza drammaturgica Michelangelo Mercuri, consulenza tecnica e consolle Alessandro Rizzo, luci Pasqualino Truzzolillo, comunicazione Valeria e Domenico D’Agostino, foto Valentina Procopio produzione Scenari Visibili/TIP teatro.

“Che suono hanno le trombe del giudizio universal? Nel mondo di Mario – si legge in una nota – hanno il suono di un telefono dimenticato in un angolo buio di una casa di famiglia disabitata, la voce di un acaro che pone domande impertinenti come il grillo parlante di Pinocchio, l’annuncio metallico e nasale del venditore ambulante di varechina, il verso di oggetti quotidiani sopravvissuti ad uno sgombero, che nel gioco visionario di Mario diventano eroi di una fiaba. È la fiaba dei nostri tempi, in cui uomini e donne, ormai adulti, sono costretti a ritornare a casa dei genitori, a ricominciare tutto da dove sono partiti, bambini. Più generazioni, condannate ad essere perennemente figli, in un presente così sbilenco, da non lasciare neanche il tempo di potersi guardare intorno. Bollati da una società frettolosa come sconfitti, vivono il loro giudizio universale quotidiano tra le pareti di casa, senza apparente prospettiva di futuro, in un vortice di ricordi, nuovi propositi, rimpianti, trascinati come tronchi di legno risucchiati dalla corrente… ma uno spiraglio di luce si fa strada, un appiglio, un consiglio, una strana certezza…”.