ASCOLTA RLB LIVE
Search

Tutto pronto a Magli per l’iniziativa: ‘Presepi e tradizioni’

Nel week-end dell’Immacolata, l’antico borgo tornerà a popolarsi, le botteghe , chiuse da anni, riapriranno i battenti, nei vicoli il profumo dei dolci tipici e i box art con le opere dei maestri presepisti faranno compiere a turisti e visitatori un viaggio emozionale nella tradizione natalizia calabrese.

 

COSENZA -L’evento denominato “Magli: presepi e tradizioni” promosso dall’associazione C- siamo onlus (l’idea è di Tommaso Coscarelli) aprirà i battenti domani alle 17.30. Il percorso storico- artistico si snoderà nel centro storico. L’evento prevede un’asta di beneficenza, un giro in carriola per i bambini, l’invito a scrittori , poeti, artisti a dare voce ai silenzi del luogo.

Ogni serata si concluderà in musica con un concerto nella piazzetta del centro storico, in particolare venerdì sul palco protagonista la musica degli Stop and Sound, sabato otto toccherà a The Alvin Rocknroll, si chiuderà domenica con l’Hosteria di Giò. C-siamo onlus (l’associazione di cui è presidente ConcettaCarravetta è nata dieci anni fa) per la realizzazione di questa iniziativa ha deciso disperimentare la modalità del crowfunding per la raccolta fondi (fondamentale perquesto passaggio l’impegno del segretario di C-siamo Maria Antonietta Gallo)L’appello è alle donazioni sulla piattaforma www.becrowdy.com che prevedeoriginali ricompense per i finanziatori.

Il contributo richiesto- precisano da C-siamo-è volontario e alla portata di tutte le tasche. Ogni componente di C-siamo: PatriziaCoscarelli, Martina Occhiuto, Maria Giulia Longo, Pasquale Occhiuto, EmiliaCoscarelli, Irene Longo, Noemi Boero, Monica Sacco, Amalia Sirangelo, MarioMassenzo e Armando Vecchio, avrĂ  un compito preciso, così come tutti gli abitantidella contrada coinvolti dall’associazione.“La festa è l’occasione – dice il presidente di C-siamo Onlus Concetta Carravettaperfar conoscere Magli, la sua storia, la bellezza di un paesaggio incastonato nella collina degli ulivi, un paese-presepe da salvare”