ASCOLTA RLB LIVE
Search

Civita prova a rilanciare il turismo dopo la piena del Raganello

Il tragico evento dello scorso agosto in cui morirono dieci persone ha danneggiato notevolmente l’economia del territorio che con fatica e spirito di sacrificio era riuscita ad emergere grazie al turismo montano basato sull’escursionismo

 

CIVITA (CS) – Un blog tour per ripartire. Sabato e domenica prossima Civita ospiterĂ  12 blogger ed influencer che racconteranno l’esperienza di visita e soggiorno nel borgo arbĂ«resh teatro della tragedia del 20 agosto scorso, quando dieci persone sono morte nelle gole del Raganello per un’onda di piena. L’iniziativa è stata promossa da Borgo Slow, una community diretta da Stefania Emmanuele, nata con l’intento di valorizzare i paesi e i borghi del sud. “Il blog tour – ha sostenuto – è stato organizzato grazie al contributo dei numerosi piccoli imprenditori con il desiderio di far luce sulle risorse ambientali e umane del borgo arbĂ«resh in un momento in cui Ă© necessario esaltare le energie positive che fanno di Civita una meta turistica ambita, amata per la sua bellezza e per la sua accoglienza e il suo stile ospitale in un’ottica di turismo sostenibile e responsabile“. “Civita, infatti – continua Stefania Emanuele – si distingue per la dinamicitĂ  del tessuto economico che ha registrato negli ultimi dieci anni la nascita di ben 20 strutture ricettive, aziende agricole che vantano prodotti molto apprezzati come le mandorle o i vini”.