ASCOLTA RLB LIVE
Search
crepes3

Crepes al pesce, raffinato piatto a base di merluzzo

Continua il viaggio dello chef di QuiCosenza nel fantastico mondo delle crespelle

 

Questa settimana presento il tipico piatto francese in versione marinara: le crepes al pesce. Partirò da un ripieno al merluzzo per poi passare la prossima domenica ai gamberi e calamari. Il ripieno di questa settimana è molto facile da preparare. Il gusto raffinato è garantito. Un primo piatto leggero adatto a tutti, grandi e piccini.

 

CLICCA QUI PER PREPARARE L’IMPASTO DELLE CREPES

 

CREPES AL MERLUZZO

Ingredienti per 4 persone:
8 crepes
4 cuori di merluzzo congelati
sale e pepe quanto basta
20 centilitri di olio di oliva
250 millilitri di besciamella
50 grammi di parmigiano grattugiato

 

Iniziamo la nostra preparazione prendendo una pentola e riempendola di acqua con un pizzico sale e un filo di olio di oliva. Laviamo i nostri cuori di merluzzo ancora congelati e facciamoli cuocere per circa 12/15 minuti. A questo punto prendiamo una ciotola, scoliamo il merluzzo e inseriamolo nella ciotola, con l’aiuto di una forchetta schiacciamolo per bene, aggiungiamo un po’ di olio e saliamo e pepiamo a piacere. Amalgamiamo per bene il tutto, se necessario aggiungiamo un po’ di acqua della cottura, e mettiamo il nostro composto al centro di ogni crespella e chiudiamo a portafoglio. Prendiamo una teglia antiaderente, imburriamola e mettiamo al suo interno le nostre crespelle, copriamole con la besciamella e il parmigiano grattugiato. Preriscaldiamo il forno a 180° e inforniamo per circa 15 minuti, quando il parmigiano si sarà ben dorato le nostre crespelle sono pronte. Prendiamo quattro piatti di portata e disponiamo al loro interno due crespelle. Serviamo il tutto ben caldo.

 

Abbinamento: io abbinerei questa ricetta con un vino bianco aromatico. Dato che l’ingrediente principale è il pesce questa volta vi consiglio un Müller-Thurgau della Valle d’Aosta per me il giusto abbinamento. Parola di sommelier.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE

LE RICETTE DELLO CHEF PIERO CANTORE