“Tutto torna” di Giulia Carcasi

“Tu ti metti al posto di qualcuno,qualcuno si metterà al posto di qualcun altro e qualcun altro si metterà al tuo posto.
Così va la vita.”

 

Diego lavora alla revisione di un vocabolario. Nei barattoli delle parole chiude tutto quello che riesce a definire. È pratica che gli viene naturale anche nella vita. Cataloga ogni istante: luogo data ora. In uno dei suoi continui spostamenti tra Roma e Pisa, dove insegna, il treno si ferma in galleria per un guasto, le luci si spengono. Nel buio Diego sviene. Una voce arriva lontanissima a tirarlo fuori dalla vaghezza: Antonia. Ieri diventa oggi e domani ieri, l’ordine e la memoria di Diego si allentano. È come se Antonia ci fosse sempre stata eppure non c’era. La loro è una storia d’amore che vuole la perfezione. Più sono vicini, più forte è il rischio che il cerchio si spezzi. Basta una menzogna. Contro ogni logica, l’inganno si rivela più forte della verità e la verità più forte dell’inganno.

Giulia Carcasi, scrittrice di capolavori narrativi, è riuscita a rendere universale una storia particolare, ricreando e proponendo massime che ti lasciano a bocca aperta, facendoti riflettere sulla condizione comune dell’uomo, quasi come se un pezzo di vita lo avesse fatto insieme.