“E quindi uscimmo a riveder le stelle”. La miracolosa salvezza del Cosenza in un libro

Edito da Edizioni Erranti, il libro che racconta la straordinaria salvezza del Cosenza nella fase post-lockdown. A scriverlo il sociologo e giornalista Francesco De Filippo con una cronaca dettagliata che parte dalla ripresa del campionato di Serie B sino alla partita decisiva contro la Juve Stabia.

.

COSENZA – Una cavalcata incredibile culminata con una salvezza storica che ha il sapore della vera e propria impresa sportiva. La miracolosa salvezza del Cosenza nel post lockdown è ora raccontata in un libro edito da Edizioni Erranti e scritto dal sociologo e giornalista Francesco De Filippo. Una cronaca puntuale e dettagliata che parte dalla ripresa del Campionato sino alla partita decisiva contro la Juve Stabia. “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE. L’incredibile salvezza del Cosenza nel silenzio degli Stadi”, è il titolo scelto dall’autore per raccontare la favolosa impresa dei rossoblu. Ad impreziosire la narrazione della miracolosa impresa della squadra rossoblù, le interviste esclusive di Luca Garritano e Roberto Occhiuzzi, ricche di aneddoti e particolari che svelano il dietro le quinte di una delle vicende più entusiasmanti della storia del calcio cosentino.

Le conclusioni, affidate al giornalista nonché tifosissimo dei LupiClaudio Dionesalvi, riportano, invece, la descrizione di una sorta di pellegrinaggio votivo al Santuario del glorioso San Francesco di Paola, in segno di devozione e gratitudine per la salvezza conquistata. Un libro, dunque, che farà rivivere, a tutti i tifosi rossoblu, le emozioni più belle e significative scaturite nell’arco delle 10 partite che hanno permesso alla squadra di Occhiuzzi di rimanere in Serie B. De Filippo racconta così il suo scritto «in un calcio recluso dalla pandemia, ho ritenuto opportuno documentare le vicende di quella che resta un’esperienza esaltante. Mio malgrado, considero un privilegio aver avuto la possibilità di assistere in Tribuna Stampa al capolavoro realizzato dalla squadra di Occhiuzzi. Offro, quindi, questa mia cronistoria a quanti, fuori dalla Stadio, ma dentro il vortice della passione per il Cosenza, vorranno conservare testimonianza di questo straordinario ed inatteso risultato, conseguito al di là delle più ottimistiche attese o previsioni».