“Oltre il ‘900”, il nuovo libro dell’imprenditore calabrese Domenico Mamone

L’amore per la terra natale permea tutto il suo lavoro e si ritrova in alcuni dei saggi presenti nel volume

 

S’intitola “Oltre il ‘900” il nuovo libro dell’imprenditore calabrese Domenico Mamone, presidente dell’Unsic, il sindacato datoriale con 2.100 Caf e 600 patronati in Italia e all’estero. L’autore, classe 1973, originario di Laureana di Borrello (Reggio Calabria), vive a Roma da anni, ma l’amore per la terra natale permea tutto il suo lavoro e si ritrova in alcuni dei saggi presenti nel volume. L’affetto per la Calabria e per il Mezzogiorno è tangibile anche nei suoi scritti, con un’attenta analisi delle criticità economiche e sociali presenti nel territorio, ma anche con un’esaltazione delle molte possibilità di crescita del Sud.

“Oggi il Sud, che spesso non riesce ad utilizzare i fondi comunitari ed è anche quasi del tutto assente negli investimenti delle imprese straniere, sta ripiombando in una situazione statica e piena di tensioni – osserva Mamone in uno dei suoi saggi. “Eppure le risorse e le potenzialità dei nostri splendidi territori meridionali sono tutte lì, dai paesaggi mozzafiato all’immenso patrimonio storico-artistico e, non dimentichiamolo, ‘immateriale’, fatto di affascinanti tradizioni secolari, fino alla creatività offerta da tante menti brillanti”.

Il volume raccoglie 113 scritti dell’imprenditore calabrese, realizzati negli ultimi due anni e mezzo, che vanno dai temi di attualità settoriale, in primis le questioni imprenditoriali (credito bancario, ritardo nei pagamenti, welfare aziendale, lavoro agile, industria 4.0, impresa sociale, patto per la fabbrica), la politica (legge elettorale, reddito di cittadinanza, quota 100), il ruolo del sindacato, per toccare l’attualità dell’economia (contante, debito pubblico, euro, evasione fiscale, sharing economy, ecc.), della scuola, della sicurezza alimentare, dell’immigrazione, dell’ambiente, dell’inverno demografico, dell’Europa.

Non mancano interventi su tematiche internazionali che investono, in particolare, Francia, Grecia, Medio Oriente, Turchia e Venezuela. Il volume raccoglie, poi, scritti su vicende locali, come il problema della Xylella in Puglia, l’esempio virtuoso di Matera, il fenomeno delle baby gang in Campania, le istanze dei pastori sardi e un approfondito intervento sulla questione meridionale. Infine i ricordi di alcuni personaggi che ci hanno recentemente lasciato, da Luigi De Filippo ad Aldo Biscardi, da Fabrizio Frizzi ad Andrea Camilleri. “L’obiettivo del volume è quello di offrire argomentazioni e alimentare confronti sulle principali tematiche e sfide che si offrono in questo nuovo millennio al mondo della rappresentanza sociale e datoriale ed alla stessa responsabilità sociale dell’impresa – spiega l’autore.