ASCOLTA RLB LIVE
Search

“Giuè”, Antonella Perrotta presenta il suo romanzo con un reading live

Antonella Perrotta presenta il suo romanzo “Giuè” con un reading live sabato prossimo 9 novembre, alle ore 17.30, nell’Auditorium del Complesso Sant’Agostino

 

PAOLA (CS) – «Si chiamava Giosuè. Come il Poeta. Ma non sapeva chi fosse il Poeta […] All’anagrafe il nome del piccolo Giosuè era stato registrato correttamente […] ma ciò non impedì ai Palmitano, e non solo a loro, di continuare a preferire Giuè». Comincia così il romanzo di Antonella Perrotta, (Ferrari Editore), che prende il titolo dal personaggio principale della storia. Centoquarantotto avvincenti pagine dal taglio legal made in Italy, calate nell’atmosfera storica del primo dopoguerra e ambientate a Paola, la cittadina calabrese in cui l’autrice vive. Una fiaba giudiziaria che viaggia sul confine tra realtà e immaginazione, con tutti gli ingredienti per lanciare Antonella Perrotta nel panorama letterario. Non è un caso, infatti, che il libro, ancora fresco di stampa, a pochi giorni dalla sua uscita, abbia già ricevuto diversi consensi di pubblico.

Sabato 9 novembre, alle 17.30, nell’Auditorium del Complesso Sant’Agostino, a Paola, la scrittrice presenterà il suo libro con un reading live, sonorizzato dalle ipnotiche e pulsanti trame ritmiche di Antonio Grosso (organetto). Interverranno Settimio Ferrari e Francesca Londino (editori del volume). Partner culturali dell’evento il Circolo Auser e il Servizio Civile Nazionale di Paola.

IL LIBRO

Calabria, sabato 1 maggio 1920: la quotidianità di Giosuè, detto Giuè, contadino analfabeta, scorre come sempre, nel suo piccolo mondo lontano da tutti. Non sa che di lì a poco la sua vita cambierà, non sarà mai più la stessa. Si ritroverà di colpo inchiodato a una sorte che lo trasformerà in un perfetto capro espiatorio da consegnare alla grottesca verità. L’immaginazione narrativa di Antonella Perrotta, partendo da un fatto realmente accaduto, distilla una fiaba giudiziaria ricca di grovigli di tensione, in bilico tra dramma e leggerezza, tra superficie e abisso, tra disperazione e speranza. Una fruttuosa commistione tra realtà e fiction, per un romanzo ambientato nel tumulto del primo dopoguerra, con fatti e misfatti tanto attuali come allora.

L’AUTRICE

Antonella Perrotta nasce in Calabria, dove vive e lavora. Laureata in giurisprudenza, appassionata da sempre di storia, scrittura e letteratura, ha applicato al suo primo romanzo, Giuè, i suoi interessi e le sue competenze: documentarsi, confrontarsi con le fonti, intrecciare la realtà a fatti di pura invenzione. Suoi racconti sono presenti in volumi collettanei.