ASCOLTA RLB LIVE
Search

Scoprì Pino Daniele, il racconto in un libro che sarà presentato a Squillace

Si chiama Claudio Poggi e produsse il primo disco del cantautore napoletano scomparso

 

CATANZARO – Il racconto di una scoperta che ha segnato un passaggio fondamentale nella storia della musica italiana. E’ in libreria “Pino Daniele Terra mia“, il volume in cui Claudio Poggi descrive, insieme a Daniele Sanzone, il suo incontro con il cantautore napoletano scomparso nel 2015, quando aveva 59 anni. Una morte che ha lasciato un vuoto incolmabile tra i fan di un artista per molti ineguagliabile come interprete e come musicista.

L’incontro con Pino Daniele fu così folgorante per Poggi al punto da indurlo a produrre il suo primo album, “Terra mia”. Poggi, sabato 20 luglio presenterà il suo libro al “Blanca Cruz” di Caminia di Stalettì nel corso di una serata organizzata da Gianluca Squillace, che di Pino Daniele è uno dei più profondi conoscitori. La presentazione sarà seguita da un “live” nel quale si alterneranno sul palco musicisti che renderanno omaggio, ognuno con la propria chiave interpretativa, a Pino Daniele: Alessandro La Corte, Sandro Deidda, Gianpiero Virtuoso, Aldo Vigorito ed Emilia Zamuner.

Quando un genio della musica scompare, sull’onda emotiva si va alla ricerca affannosa di aneddoti, curiosità, tracce e materiali che possano soddisfare gli appetiti del pubblico, poco importa se veri o inventati purché possano radiografare, senza scrupoli, il mito». Terra mia, che prende l’avvio e il nome dall’omonimo primo disco di Pino Daniele di cui Claudio Poggi – l’autore di queste righe – fu il produttore, non è nulla di tutto questo. Nelle sue pagine, scritte con la collaborazione di Daniele Sanzone – voce degli ’A67, gruppo nato a Scampia – si sviluppa invece un tributo, generoso e ricco di affetto, a un ragazzo – Pinotto, come lo chiamavano gli amici – che stava diventando uomo. Il racconto di anni ricchi di stimoli che restituiscono ai suoi fan il ventenne che scrisse capolavori come «Napul’è», «Cammina cammina», «Terra mia»: ricordi, testimonianze, avventure e sguardi che non solo ci raccontano uno dei più grandi musicisti del nostro paese, ma ci fanno attraversare parte della storia dell’intera musica italiana, immergendoci in quel magma creativo che costituì la parte felice degli anni Settanta, magnifici, struggenti e carichi di gioia.




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config