ASCOLTA RLB LIVE
Search

Da questa parte del Sud di Emilio Nigro

Storie,resoconti,trascorsi borderline, amori.

Il fil rouge: la possibilità di riconoscersi tra le righe, a larga diffusione. Penetrare nelle pieghe dei personaggi per uscire allo scoperto. Consumando veloce, abitudine di questi tempi. Senza filtro, senza trucco. Trasparire dalle pagine, spazio ‘denuclearizzato’, ciò che resta di un’umanità braccata. Storie di relazioni pericolose, di dipendenze fatali e di assenze ingiustificate. Storie di disorientamento, di confusione, di rabbia e di desiderio di fuga di chi sembra destinato a immaginare un futuro diverso da un presente indecifrabile, ma che, proprio per la sua natura astratta rimane sempre il tempo dell’impossibilità. Perché il “futuro non si vive mai”, ma, in ogni caso, il presente lo condiziona parecchio. Ecco che queste ‘storie meridionali’ sono racconti che affiorano da un taglio profondo e sottile fatto nell’attualità per cercare di osservarla più da vicino e magari riuscire a decifrarla. Salvo poi rendersi conto che per vedere meglio bisogna vedere da lontano, prendere le distanze, allontanarsi. Fuggire, appunto. Infatti, se la conoscenza presuppone la necessità di stare dentro le cose, la comprensione richiede il distacco da esse.