Edilizia scolastica, Rende investe 200mila euro

RENDE – Il Comune rifà il trucco alle scuole del territorio. E’ già oprativo il piano di manutenzione straordinaria dell’edilizia scolastica rendese. 

Ad annunciarlo è il vice sindaco, Emilio De Bartolo. A fine gennaio l’amministrazione comunale ha espletato l’aggiudicazione definitiva dell’appalto per un importo di circa 200 mila euro. «Il piano di interventi – specifica il Vicesindaco Emilio De Bartolo – interessa nel dettaglio 7 istituti scolastici nei quali saranno realizzati lavori  mirati sia strutturali che di impiantistica. In generale, però, su tutte le scuole sono previsti interventi localizzati in particolare sugli impianti elettrici». Sono già in corso i lavori di rifacimento della copertura, di risanamento dei cornicioni e di tinteggiatura e rifacimento intonaco in alcune zone interessate da infiltrazioni d’acqua, nella scuola materna Macchina di Bosco. Altri interventi interesseranno la scuola materna Silvio Pellico dove è prevista anche la sostituzione del generatore dell’impianto termico e di tutta la componentistica centrale. Nei prossimi giorni s’interverrà nella scuola media di Arcavacata con interventi di intonacatura e di rifacimento completo dell’impianto termico.

 

Contestualmente si lavorerà nella scuola materna, scuola elementare e scuola media di Quattromiglia. In quest’ultimo istituto è previsto il rifacimento integrale di tutto l’impianto termico. Il crono programma di intereventi definito dall’ufficio tecnico prevede, infine, lavori presso la scuola materna Parco Robinson dove, oltre ad interventi di isolamento e intonacatura,è prevista anche la sostituzione della pavimentazione della sala mensa, caratterizzata da evidenti e pericolose sconnessioni e nella scuola elementare di Sant’Agostino dove si sostituirà tutta la componentistica della centrale termica, nonché il cancello di accesso e della recinzione esterna, oltre che interventi manutentivi di isolamento delle parti esterne. «Si tratta di interventi scaturiti da un’attenta analisi che ha riguardato tutti gli istituti scolastici del territorio comunale (scuole materne, elementari e medie) – ha spiegato il Vice Sindaco De Bartolo – a seguito delle quali sono stati individuati i vari elementi di criticità». Gli istituti superiori restano invece ancora da monitorare.