Autorità idrica Calabria, incontro con le associazioni. Manna: “percorso condiviso è vincente”

Incontro questa mattina tra il presidente dell’Autorità Idrica Calabria Marcello Manna e le associazioni di consumatori per avviare le attività prodromiche alla istituzione del comitato consultivo

 

RENDE – A presenziare all’incontro insieme al presidente Manna c’erano il direttore generale dell’AIC Francesco Viscomi, l’ingegnere Carlo Caiaro e l’assessore con delega ai beni comuni del Comune di Rende Lisa Sorrentino. Viscomi introducendo la discussione ha definito fondamentale l’incontro, “poiché si inizia un percorso democratico e partecipato con l’Autorità Idrica”.
L’approvazione del documento di pianificazione dell’Ambito è stato il culmine di un percorso che è transitato attraverso la definitiva scelta della forma di gestione del futuro soggetto gestore unico d’Ambito e il consolidamento della governance dell’Ente d’Ambito.
Manna, ha ribadito il ruolo centrale in un processo di crescita aperto e condiviso che rivestono le associazioni dei consumatori e di tutti gli stakeholder coinvolti nello storico processo di crescita del servizio. “Questo di oggi – ha affermato Manna – è un tavolo molto importante perché crediamo che la vera crescita del tessuto anche politico passa dalla condivisione e dalla partecipazione; la scelta di incontrare tutte le associazioni come prima uscita ufficiale dell’Autorità è basata sulla volontà della condivisione e della visione di un futuro in cui tutti possono e devono portare le istanze che partono dalla base. Vogliamo raccogliere fin da subito idee e proposte. Siamo e saremo aperti ad ogni tipo di contributo in un’ottica per la quale un percorso condiviso è un percorso vincente, a tutela dei veri fruitori del servizio ossia i cittadini.

Saremo in grado di dare risposte a istanze – ha proseguito Manna – che per troppo tempo sono rimaste inascoltate in questo ambito e lo faremo con l’aiuto di tutti. Abbiamo pianificato una serie di incontri sul territorio per ascoltare le istanze dei sindaci, i quali registrano le vere necessità della popolazione, e di tutti i cittadini che vorranno partecipare al processo. La scelta della forma di gestione pubblica, nata dalla volontà dei sindaci dell’Assemblea, impone che il percorso sia aperto e condiviso e faccia definitivamente gli interessi della popolazione e non di sparute e controproducenti volontà di parte”.

Il Piano, insieme a tutti gli altri documenti, sono stati trasmessi agli tutti Enti coinvolti nel processo di gestione del servizio idrico e saranno a disposizione di tutti gli utenti, attraverso il sito istituzionale dell’Autorità, che sarà implementato nel giro di qualche giorno.