Ostaggi, finite le riprese del film di Eleonora Ivone girato a Rende

Il film di Eleonora Ivone con Gianmarco Tognazzi, Vanezza Incontrada, Elena Cotta, Francesco Pannofino, Alessandro Haber, Jonis Bascir è in fase di post produzione

 

ROMA – Sono terminate le riprese di “Ostaggi” il film di Eleonora Ivone ed ora si passa al lavoro di post produzione. Il film è stato girato a Rende, ed è tratto dall’omonima pièce teatrale di Angelo Longoni, scritto dalla regista insieme allo stesso Longoni ed è interpretato da Gianmarco Tognazzi, Vanessa Incontrada, Elena Cotta, Francesco Pannofino, Alessandro Haber, Jonis Bascir, Eleonora Ivone.

Racconta la storia di un uomo, inseguito dalla polizia per aver rapinato una banca che entra in una panetteria e prende in ostaggio gli avventori. Una commedia imprevedibile in cui Marco (Tognazzi), rapinatore improvvisato, è un piccolo imprenditore che all’ennesima cartella esattoriale decide di compiere un gesto eclatante. Poi c’è Ambra (Incontrada) una ex infermiera, ora prostituta “in proprio”; Regina (Cotta) una pensionata cardiopatica dai guizzi rivoluzionari. Remo (Pannofino), è invece un panettiere pavido e aggressivo e Nabil (Jonis Bascir), un venditore siriano. Il commissario (Haber) e la negoziatrice Anna (Ivone) devono risolvere la situazione.

Ostaggi è prodotto da Fenix Entertainment Spa in associazione con Wake Up, società di Eleonora Ivone e Angelo Longoni. Il direttore della fotografia è Patrizio Patrizi, la scenografia è di Fabio Vitale, i costumi sono di Grazia Materia e Rosanna Sisto.

“Un’altra avventura per la Fenix è terminata. O meglio, forse è appena iniziata”, dice il produttore maggioritario Riccardo Di Pasquale. “Abbiamo vissuto il set con grande serenità, riuscendo a portare a casa un bellissimo lavoro. E siamo riusciti a farlo in un momento molto difficile, reagendo con determinatezza alla crisi che sta attaccando il nostro settore. Che dire, ora spero che riusciremo presto a portare questo film al pubblico”.

Un entusiasmo condiviso dalla regista, Eleonora Ivone, attrice teatrale che con Ostaggi esordisce nel lungometraggio, dopo il successo ottenuto con il corto Apri le labbra, da lei scritto e diretto e presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e alla Festa di Roma: “Sono orgogliosa di avere realizzato una commedia sul disagio che gli italiani vivono da anni affrontando la crisi economica. I problemi possono anche farci sorridere e riflettere, questa è la funzione del cinema. Ci siamo mossi nel solco della commedia all’italiana dove la narrazione realistica corre parallelamente al sorriso. Ho avuto la fortuna di avere attori che mi hanno restituito il senso del racconto impersonando figure emblematiche nelle quali tutti si possono riconoscere”.