Rifiuti e degrado all’Unical, Bruno (Fed. Riformista): “condizioni inaccettabili”

Pasquale Bruno di Federazione Riformista interviene sulla presenza di rifiuti e sporcizia nell’ateneo di Arcavacata: “ma l’Unical fa parte ancora di Rende?”

 

RENDE – “Crea davvero rabbia e imbarazzo per i cittadini rendesi, notare che le zone antistanti la più grande e importante Università del Mezzogiorno d’Italia, versino in condizioni di decoro poco accettabili. Le arterie stradali che portano all’ateneo, tra dissesto e buche, creano davvero molte difficoltà a chi ogni mattina per vari motivi devi recarsi al Campus di Arcavacata, tanto chi gli automobilisti a volte devono scegliere se evitare una buca oppure andare a scontrarsi contro un’altra autovettura che arriva dal senso apposto”.

A segnalare la situazione è Pasquale Bruno, Direttivo Federazione Riformista di Rende: “Non va meglio per quanto riguarda la questione rifiuti. Infatti, molte zone spesso dedicate a parcheggi versano in condizioni di grave degrado; i rifiuti, oramai, si confondo con le auto. Davvero un bel messaggio di benvenuto per chi viene da fuori e per la prima volta vede la nostra Università. Sicuramente, il poco senso civico delle persona fomenta questo disagio, ma chi devi vigilare su tutto questo cosa fa?”.

“Eppure notiamo spesso che molti esponenti di maggioranza si vantano delle opere che questa amministrazione sta realizzando. Proprio a questi ultimi, chiediamo di interessarsi anche della nostra Università che non merita di diventare una grande pattumiera a cielo aperto. D’altra parte non va meglio per il centro della Città dove le discariche a cielo aperto sono ormai diventate parte integrante del territorio rendese. Un’università in questo stato di degrado – conclude – offende una storia riformista e soprattutto i cittadini rendesi che tanto hanno fatto negli anni per far si che il sogno Unical diventasse realtà proprio a Rende”.