Rende “SP 92”, Gioventù Nazionale: “discarica a cielo aperto, installare telecamere”

“Chiediamo di aumentare il controllo del tratto di strada con telecamere di sorveglianza in particolare in prossimità delle piazzole di sosta, spazio in cui vengono maggiormente conferiti i rifiuti”

 

RENDE (CS) – Gioventù Nazionale Rende sottolinea, ancora una volta, la problematica relativa al fenomeno dell’abbandono di rifiuti sulla “S.P. 92”, la strada che partendo dal comune di Marano Marchesato, attraversa il comune di Rende per congiungersi alla “S.S. 107”. “Con Marco Orrico, militante di Gioventù Nazionale Rende, – si legge in una nota di Mario Russo – ci stiamo occupando ormai da tempo delle problematiche che affliggono la “S.P. 92”. Nonostante le varie segnalazioni del nostro militante ai vari organi preposti, non abbiamo mai ricevuto risposte istituzionali a questa incresciosa problematica. In particolare, questo tratto di strada è praticamente diventato una discarica a cielo aperto, visto che è quotidianamente teatro di abbandono di rifiuti di ogni tipo soprattutto dopo l’avvio della raccolta differenziata nel comune di Rende.

È inconcepibile che nel 2020 il bene pubblico debba essere così maltrattato dagli incivili che evidentemente non sanno distinguere una discarica da una strada percorsa da tanti cittadini, ma è ancora più grave il fatto che la Provincia di Cosenza guidata dal Presidente Iacucci mostri un grado tale d’indifferenza, visti i vari reclami da parte dei tanti residenti. Pertanto chiediamo di aumentare il controllo del tratto di strada con telecamere di sorveglianza in particolare in prossimità delle piazzole di sosta, spazio in cui vengono maggiormente conferiti i rifiuti.

Ancora una volta, come da sempre, Gioventù Nazionale Rende si mostra attenta alle questioni importanti come quella della tutela ambientale, dando un forte segnale di presenza ed offrendo soluzioni concrete e realizzabili atte a risolvere le tante problematiche che influiscono negativamente nella quotidianità dei cittadini.”