Rende: rischio sismico, sindaco chiude la scuola media di Santo Stefano

Il sindaco Marcello Manna ha emanato un’ordinanza contingibile ed urgente a tutela dell’incolumità pubblica recante l’inagibilità e la chiusura dell’edificio che ospita la scuola media di Via Norvegia in Contrada Santo Stefano

 

RENDE – Il plesso che ospita la scuola media è a rischio crollo e non sicuro dal punto di vista sismico. Per questo motivo il primo cittadino ha ordinato la chiusura della scuola media di via Norvegia e il provvedimento è stato preso dopo l’esito di una mirata verifica inerente la vulnerabilità sismica, e a seguito di sopralluoghi e accertamenti effettuati sull’edificio scolastico situato in contrada Santo Stefano, in via Norvegia. Dalle verifiche di vulnerabilità, l’edificio scolastico non è risultato idoneo strutturalmente e, per questo motivo, deve essere dichiarato inagibile e sgomberato.

La chiusura servirà alla successiva realizzazione dei necessari interventi di miglioramento o adeguamento sismico. Le classi della scuola secondaria – secondo l’ordinanza – saranno ospitate negli ambienti inutilizzati dell’edificio contiguo adibito a scuola primaria, previa esecuzione di necessari interventi di manutenzione straordinaria e riadattamento degli spazi in modo da arrecare minori disservizi all’utenza.