ASCOLTA RLB LIVE
Search
Foto Carabinieri Rende 1

Nascondeva in garage oltre mezzo chilo di marijuana, pusher in manette

Venticinquenne si aggirava a piedi con fare sospetto per Piano di Maio, fermato dai carabinieri,  in tasca nascondeva quattro grammi di droga pronti per la vendita sul mercato

 

RENDE (CS) – Nascondeva oltre mezzo chilo di marijuana in garage, un venticinquenne cosentino braccato dai militari dell’Arma e finito ai domiciliari. Il giovane è stato tradito dai 4 grammi di stupefacente che portava con sé. Il fatto è accaduto durante i controlli sul territorio effettuati nella giornata di oggi dai carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Rende diretta dal capitano Maieli. Il comportamento sospetto del giovane, che si aggirava a piedi in località Piano di Maio, ha attirato l’attenzione dei militari che hanno proceduto a fermare il 25enne per identificarlo. Dipendente di un supermercato, con piccoli precedenti per droga nascondeva in una tasca dei jeans un involucro in cellophane contenente quattro grammi di sostanza stupefacente di tipo “Marijuana”. I carabinieri hanno poi deciso di estendere la perquisizione anche all’abitazione dei genitori, con i quali abita, dove è risultata essere negativa.

Ma il fiuto dei carabinieri non si è fermato e, con l’ausilio dei militari dell’Unità Cinofila Antidroga di Vibo Valentia e al cane antidroga “Sambo”, in un garage sottostante l’abitazione del 25enne, in uso a quest’ultimo, sono stati rinvenuti, occultati all’interno di alcuni scatoloni 762 grammi di “Marijuana”, un grinder, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento, tutto sottoposto a sequestro. Il 25enne al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari. Serrati i controlli dell’Arma sul territorio, ancora una volta spezzano il cerchio del business della droga. Le indagini continuano a 360° per scoprire la provenienza della droga e se il giovane, visto il quantitativo di stupefacente in suo possesso, possa essere un pusher e corriere, oppure nascondeva la droga per conto di terzi.