ASCOLTA RLB LIVE
Search
cassonetti-raccolta-differenziata

Caos raccolta differenzia a Rende, c’è chi sostiene che la ‘colpa’ non sia dei cittadini

I cittadini di Rende non sono degli incivili, salvo rare eccezioni

 

RENDE (CS) – “Sulle oggettive difficoltà a Rende per la raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta”, “La Calabria che Vuoi” – scrive in una nota il referente per l’Area urbana Cosenza-Rende Carlo Rinaldo – è d’accordo con le affermazione del Sindaco Manna per cui si riconosce la attuale criticità dovuta soprattutto alla fase iniziale del servizio cambiato che ha bisogno di entrare a regime subendo magari qualche modifica. Peraltro sono entrate in funzioni solo poche postazioni di “Isole ecologiche” rispetto al totale di circa trenta previste, per cui siamo certi che con il passare dei giorni i cittadini si adegueranno maggiormente alla novità del servizio e che le isole ecologiche saranno implementate fino a raggiungere il numero previsto con il conseguente  contributo al miglioramento rispetto alla criticità attuale. Non possiamo però condividere le esternazioni, da qualsiasi fonte pervenute, di attacco ai cittadini rendesi che sono nella stragrande maggioranza civili e che pagano una tassa sui rifiuti molto esosa, salvo le normali eccezioni sempre presenti degli incivili e di quelli che non pagano i servizi”.

 

LEGGI ANCHE

A causa dei pochi incivili, passano in secondo ordine gli ottimi risultati del porta a porta a Rende