ASCOLTA RLB LIVE
Search
rendesiracusa301

Rende, ricco turnover in vista del match di Coppa Italia contro la Reggina

I biancorossi si contendono il primato nel girone “I” proprio con gli amaranto di Maurizi. Trocini vuole il passaggio del turno per dimenticare il capitombolo di Domenca scorsa contro il Siracusa. Convocati 22 calciatori fra cui i fratelli Modic ed il giovane Calvanese. Out Pambianchi, Ricciardo e Viteritti.

 

RENDE (CS) – Impegno settimanale per il Rende che domani alle ore 16:30 sul manto erboso del “Marco Lorenzon” affronterà l’ultima gara del triangolare di Coppa Italia contro la Reggina. Importante test per la squadra del Presidente Coscarella che vuole continuare a far bene nella competizione iridata anche con l’assenza di diverse pedine importanti. Infatti Brunello Trocini dovrà fare a meno di Actis Goretta fermato dal Giudice Sportivo e da Viteritti, Pambianchi e Ricciardo fuori per infortunio. Come già successo anche nelle precedenti partite di Coppa, spazio ai giovani ed a chi in queste prime gare ha avuto meno spazio. Sicuramente faranno parte degli undici iniziali i fratelli Andrej e Mihael Modic, talentuosi centrocampisti scuola Milan che si giocano un chance importante per dimostrare tutte le loro qualità.

trocini

Le sensazioni per questa partita sono buone e positive, – ha evidenziato il tecnico calabrese nella conferenza stampa di oggi – i ragazzi hanno smaltito la delusione di Domenica scorsa ed hanno, come giusto che sia, voglia di andare avanti in questa competizione.” Come già anticipato nelle precedenti uscite in Coppa Italia, l’allenatore biancorosso conferma il notevole turnover anche per la partita contro la Reggina. “Sicuramente darò spazio a chi ne ha avuto meno in queste prime apparizioni, in campo ci saranno molti ragazzi che hanno voglia di mettersi in mostra ed è giusto – conclude Trocini – che abbiamo la loro opportunità“.

La direzione di gara è stata affidata al Signor Giovanni Nicoletti della sezione arbitrale di Catanzaro mentre i suoi assistenti saranno Francesco Bruni e Vitantonio Lillo della sezione di Brindisi.