ASCOLTA RLB LIVE
Search
spinello

Lotta all’accattonaggio a Rende, mentre ad Acri un adolescente viene segnalato per uno spinello

Controlli dei carabinieri sul territorio. Segnalati nelle ultime ventiquattro ore due assuntori di marijuana e due persone che chiedevano l’elemosina.

 

RENDE (CS) – Non si ferma l’attività capillare di controllo del territorio posta in essere dai carabinieri di Rende. Nelle ultime ventiquattro ore i militari hanno denunciato in stato di libertà una 41enne di nazionalità russa residente a Rende evasa dagli arresti domiciliari. La donna pare infatti sia stata sorpresa al di fuori della propria abitazione, violando gli obblighi a cui era sottoposta.

 

Sempre a Rende i militari nel corso di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno del degrado urbano hanno segnalato un 24enne e un 27enne entrambi nigeriani, accusati di accattonaggio e intralcio alla circolazione stradale. I due sono stati fermati in via della Resistenza e via della Repubblica, dopo che i carabinieri sembrerebbe abbiano accertato che mendicavano in modo molesto in prossimità dei semafori, creando pericoli per gli automobilisti. Ai giovani è stata elevata la sanzione amministrativa di 50 euro ciascuno.

 

Ad Acri invece i militari della locale stazione hanno segnalato alla Prefettura di Cosenza quali assuntori di stupefacenti due persone. Si tratta di un 26enne di Acri trovato in possesso di un involucro in cellophane contenente due grammi di marijuana e un 19enne di Bisignano trovato in possesso di uno spinello. Lo stupefacente sequestrato è stato rinvenuto a seguito di perquisizione personale a cui i due giovani sono stati sottoposti.