Cinquantasei cicogne bianche pronte a volare verso l’Africa

RENDE (CS) – Gli esemplari nati in Calabria sono in procinto di emigrare.

Cinquantasei cicogne tra agosto e settembre lasceranno la nostra Regione alla volta dell’Africa. Con piattaforme artificiali su pali e tralicci Enel, la Lipu di Rende ne ha favorito la nascita. Quest’anno le cicogne nate in Calabria sono state 11 in più rispetto al 2013. La stagione riproduttiva della cicogna bianca ha visto la presenza di 18 coppie di esemplari, due in più rispetto al 2013. Nella piana di Sibari 11 coppie, nella valle del Crati cinque e due nella valle del Neto. Un lavoro impegnativo quello della Lipu di Rende, iniziato nel 2003, quando da una semplice idea è partito il progetto Cicogna bianca: favorire il ritorno di questa specie in Calabria attraverso l’uso di nidi artificiali, una sorta di grosse piattaforme circolari in legno. E l’idea sembra proprio aver funzionato perché attualmente su 18 coppie presenti in Calabria, 17 nidificano su piattaforme artificiali con oltre 280 cicogne nate dal 2003 ad oggi, quasi tutte da nidi artificiali.

 

“Una grande soddisfazione per chi, come noi della Lipu, ama questa specie e fa tanto per proteggerla”, sostiene Fulvio Mamone Capria, presidente nazionale Lipu-BirdLife Italia. “Dietro questi numeri – aggiunge Roberto Santopaolo responsabile della delegazione provinciale Lipu di Rende – c’è un vero e proprio piano di azione, una grande mole di lavoro e di passione, una schiera di 13 volontari Lipu che rappresentano il Gruppo Cicogna bianca Calabria. Persone meravigliose che da febbraio ad agosto sorvegliano e monitorano settimanalmente i nidi e i nati per evitare atti di bracconaggio o disturbo e far sì che le nidificazioni vadano a buon fine”. “Attualmente – riferisce Marco Gustin, responsabile specie e ricerca Lipu-BirdLife Italia – sono 200 le coppie di Cicogna bianca nidificanti in Italia. Un numero cresciuto negli ultimi 15 anni ma che rimane ancora insufficiente per dichiarare la specie fuori pericolo”. Rende conferma quindi anche per quest’anno gli ottimi risultati raggiunti al fine di ripopolare il Mediterraneo dei simpatici esemplari di volatili che da sempre animano le fantasie di adulti e bambini.