ASCOLTA RLB LIVE
Search

Trentotto candeline per RLB: buon compleanno

Era il 30 maggio del 1976.

L’etere si arricchiva di una voce particolare che echeggiava nella Valle del Crati per poi allargarsi e contaminare tutta la provincia di Cosenza ed oggi, con l’autostrada di internet l’intero globo. Nasceva una delle prime radio in Italia ed in Calabria, Radio Libera Bisignano, destinata a segnare una ricca e significativa pagina di storia nel panorama musicale, di democrazia e legalità nel mondo giornalistico che, da quel momento ha dovuto fare i conti con il “giornale parlato”. Una storia che dura da 38 anni e che certo non è contaminabile specialmente da chi, in questo settore è risultato “fallito” e “bocciato” inequivocabilmente e senza appello dal severo ed implacabile giudizio del pubblico e del mercato. La ricca storia di RLB si racconta da sola ed raccontata da persone “invisibili” che da dietro un microfono, nonostante la crisi e, nonostante tutto, continuano ad essere apprezzati e, questa volta ampiamente “promossi”. E’ la storia di gente che ha “sposato” la radio, ne ha fatto un impegno di vita. Questa espressione di vicinanza alla gente, ai loro problemi, alle loro gioie, è stata da sempre ampiamente apprezzata tanto che, sempre nonostante tutto, resta comunque in piedi con la stessa dignità e resta, soprattutto nel cuore degli ascoltatori che continuano a preferirla. Del resto le indagini sull’ascolto radiofonico non sono certo segrete. RLB, anche oggi, a distanza di 38 anni, si presenta ancora in “punta di piedi”, con la stessa umiltà di sempre ma, con una professionalità ed una capacità che, lasciatemi passare, questa volta ribadito con forza, che, anche egoisticamente, non è seconda a nessuno. RLB è quella di sempre: promuove il territorio ed è vicina alla gente. Tutto qui. Lo era nel 1976, lo è oggi. Gli ascoltatori lo sanno è continuano a premiarla sapendo discernere: perché il giudizio del pubblico, meno male, resta implacabile. Buon compleanno RLB