ASCOLTA RLB LIVE
Search


Montalto, droga e armi: 32enne ai domiciliari

Deteneva in casa, occultata in una scatola 100 grammi di cocaina, un bilancino e una pistola con matricola abrasa

 

MONTALTO UFFUGO (CS) – Il giovane spacciatore accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio  e detenzione illegale di arma clandestina è finito ai domiciliari. Tratto in arresto sabato scorso, il giudice ha accolto le richieste avanzate dalla difesa, rappresentata dagli avvocati Francesco Boccia e Francesco Lista, in fase di convalida di arresto, concedendo la misura cautelare degli arresti domiciliari. La Procura aveva chiesto la detenzione in carcere.

I fatti risalgono alla giornata di sabato quando i militari di Montalto Uffugo e Lattarico hanno arrestato il 32enne cosentino. L’intervento è stato messo in campo dopo aver notato un sospetto via vai di persone nei dintorni dell’appartamento del giovane, che ha indotto i militari ad approfondire il controllo effettuando una perquisizione domiciliare con l’ausilio dei militari del nucleo cinofili di Vibo Valentia

 

 

All’interno dell’abitazione, grazie anche all’aiuto del fiuto del cane antidroga “Akim” sono stati scoperti, all’interno di una scatola occultata nel ripostiglio dell’abitazione di via Manzoni di Montalto Uffugo, una pistola cal. 6,35 con matricola abrasa, completa di serbatoio vuoto; 100 grammi di cocaina (suddivisa in 37 ciliegine pronte per lo spaccio e ulteriori due involucri rispettivamente del peso di 52 e 11 grammi) ma anche un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Tutto sottoposto a sequestro.