ASCOLTA RLB LIVE
Search

Quattordicenne tenta il suicidio, la Polizia la convice a ‘vivere’

COSENZA – Ha tentennato qualche minuto sul ciglio del ponte dal quale aveva deciso di farla finita.

Attimi decisivi per delineare le sorti della quattordicenne di Corigliano miracolosamente salvata dalla polizia stradale di Trebisacce. L’adolescente avrebbe scelto in una calda domenica d’Agosto di gettarsi dal ponte del centro storico di Corigliano, il ponte Margherita. Fortunatamente, però, qualcosa non è andata per il verso giusto. Il male di vivere che affligge la ragazzina la avrebbe portata a fissare il vuoto meditando l’estremo gesto. Erano le 14.30, quando sotto il sole rovente la quattordicenne di nazionalitĂ  straniera si sarebbe allontanata da casa, non per fare un tuffo in mare, ma nel vuoto. Un’azione sulla quale la giovane pare avesse molto riflettuto, non un gesto d’impeto. Tant’è che inizialmente per il proprio suicidio la ragazzina avrebbe pensato di prendere una lametta e tagliarsi le vene. Poi l’illuminazione. Il ponte, il volo, niente sangue. Arrivata nei pressi del ponte Margherita l’adolescente fissa il vuoto, la paura la induce a esitare. Pochi secondi di riflessione che si rivelano provvidenziali. Esattamente in quel momento, infatti, una pattuglia in servizio della polstrada avrebbe avvistato la minorenne e le si sarebbe avvicinata convincendola a desistere dal proprio intento. Scongiurato il peggio la polizia stradale di Trebisacce avrebbe provveduto ad allertare i genitori della ragazzina.