ASCOLTA RLB LIVE
Search


ignazio messina

L’Italia dei Valori e la proposta di legge su “InviolabilitĂ  del domicilio e legittima difesa”, tremila firme raccolte nel Cosentino (AUDIO)

“L’inviolabilitĂ  delle nostre case è un principio irrinunciabile e da difendere con fermezza”.

 

COSENZA – Con questo monito l’Italia dei Valori sta raccogliendo le firme, in tutta Italia, per presentare la proposta di legge di iniziativa popolare contenente “Disposizioni per la tutela dell’inviolabilitĂ  del domicilio e in materia di difesa legittima”. Non è una legge che promuove la ‘giustizia fai da te’ o che consente di diventare ‘sceriffi e giustizieri’ ma va nella direzione di inasprire le pene per chi viola il domicilio e ruba nelle abitazioni, e di tutelare le persone che hanno tutto il diritto di difendere se stessi, le famiglie e il loro domicilio.

Spesso infatti, sono proprio i cittadini onesti che pagano per essersi difesi dai delinquenti e per questo motivo il partito dell’Italia dei Valori, intende estendere la legittima difesa rispetto a quanto previsto oggi dalla legge vigente, che sotto questo aspetto è carente e iniqua. L’obiettivo deve essere quello di poter difendere i propri beni una volta subita una violazione del proprio domicilio, del proprio negozio, della propria abitazione.

Negli ultimi mesi sono stati sempre piĂą frequenti, gravi fatti di cronaca che hanno evidenziato l’esistenza di bande di spietati criminali che si introducono nelle abitazioni o nei luoghi dove viene esercitata un’attivitĂ  commerciale, professionale o imprenditoriale, mettendo costantemente a repentaglio l’incolumitĂ  dei malcapitati. Per presentare la proposta sono necessarie, per legge, 50mila firme ma l’Italia dei Valori ha superato quota duecentomila, e il portavoce del partito, Daniela Caprino, ha parlato di oltre tremila firme raccolte, nella sola provincia di Cosenza.

Di fronte ad una criminalità sempre più aggressiva occorre aggiornare le norme esistenti collegandole alle nuove domande di sicurezza dei territori, in particolare quelli più esposti agli assalti di una criminalità sempre più violenta e sfrontata. Serve certamente più vigilanza delle forze dell’ordine, ma a loro vanno forniti più mezzi e più personale.

Una proposta di legge che si articola in tre punti fondamentali, che ha illustrato ai microfoni di Rlb Radioattiva, il leader nazionale dell’Idv, Ignazio Messina

ASCOLTA L’INTERVISTA

ladri casa

 

Proposta di legge – Cosa prevede

“Disposizioni per la tutela dell’inviolabilità del domicilio e in materia di difesa legittima”.

Articolo 1.
(Modifiche all’articolo 614 del codice penale)

1. All’articolo 614 del codice penale sono apportate le seguenti modifiche:
a) Al primo comma le parole “da sei mesi a tre anni” sono sostituite dalle seguenti ”da uno a sei anni”;
b) Al terzo comma sono aggiunte le seguenti parole:”Ma si procede d’ufficio se il fatto è stato commesso per eseguire un delitto perseguibile d’ufficio”:
c) Al quarto comma le parole “da uno a cinque anni” sono sostituite dalle seguenti “da due a sette anni”;
d) Dopo il quarto comma è inserito il seguente: “Colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimento di qualsivoglia danno subìto in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma”.

Articolo 2.
(Modifiche all’articolo 55 del codice penale)

1. All’articolo 55 del codice penale, in fine, è aggiunto il seguente paragrafo: “Non sussiste eccesso colposo in legittima difesa quando la condotta è diretta alla salvaguardia della propria o altrui incolumità o dei beni propri o altrui nei casi previsti dal secondo e dal terzo comma dell’articolo 52”.