Giovani democratici in protesta: “Vogliamo Rodotà”

COSENZA – Militanti del Partito Democratico in rivolta.

Vogliono Rodotà al Quirinale. Senza se e senza ma. Un gruppo di giovani, autodefinitisi appartenenti al PD, ha manifestato, questa mattina, davanti alla sede del Partito Democratico di Cosenza, in viale Trieste, per sollecitare i vertici del partito ad ascoltare le richieste che provengono dalla base. Lo zoccolo duro dell’elettorato. La sede è stata poi occupata simbolicamente dai tesserati che chiedono a Bersani di fare un passo indietro ed optare per il voto al noto giurista cosentino Stefano Rodotà. I giovani protestando sotto la segreteria del partito hanno mostrato degli striscioni che inneggiavano a Stefano Rodotà, il candidato alla presidenza della Repubblica che gode di un ottimo ascendente tra i tesserati democratici. Ironia della sorte vuole che proprio a poche centinaia di metri dall’attuale sede del PD Rodotà abbia abitato per diversi anni catalizzando le simpatie degli abitanti del quartier. Diversi cori denigratori sono stati rivolti contro Marini e Prodi. Una delegazione dei manifestanti è stata poi ricevuta ufficialmente dai rappresentanti cittadini del partito. A loro sono state consegnate piu’ di mille firme a sostegno della candidatura di Rodota’, raccolte attraverso una pagina aperta su Facebook. L’iniziativa si è ripetuta contestualmente in diverse città italiane anche se con toni forse meno accesi. Dai vertici democrat romani non è ancora pervenuto alcun tipo di segnale. I militanti temono che le istanze portate oggi in piazza vengano ignorate dai Grandi Elettori riuniti in aula.