magorno

Primarie, il Pd prende tempo. Magorno: “escludo un rinvio delle elezioni” (AUDIO)

E’ chiaro che il Partito Democratico stia prendendo tempo sulle Primarie e che non ci sia ancora una condivisione unitaria sulla scelta del candidato sindaco per la città dei Bruzi.

COSENZA – Le Primarie ancora sono incerte e dunque non è detto che il centrosinistra ricorra a questa forma di consultazione, il prossimo sei marzo, per scegliere il candidato sindaco di Cosenza. “L’obiettivo è arrivare a una Alleanza Civica, la più ampia possibile – ha dichiarato Ernesto Magorno, segretario regionale del Pd dopo l’assemblea provinciale del Partito. Ma è anche vero che sul Comune di Cosenza, da tempo aleggia l’ombra di presunte indagini sui conti e gli atti, e pertanto se il Commissario Carbone ravvisasse quanto denunciato dai ‘dimissionari’ oppure il ministero accogliesse l’interrogazione presentata dai deputati Pd calabresi per chiedere di verificare i conti, le elezioni potrebbero slittare. Magorno pensa proprio di no: “Le elezioni di primavera si svolgeranno regolarmente“.

Il segretario Magorno, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Rlb Radioattiva

ASCOLTA L’INTERVISTA

“L’assemblea provinciale ha approvato un documento all’unanimità per promuovere un’alleanza civica tra il Pd e le forze che comunque lavorano a fianco del Governo Renzi mi riferisco a Morrone, all’Ncd di Gentile fino a Mancini”.

E il candidato Presta? “Noi non abbiamo discusso di nomi e ancora questo tavolo che dovrebbe dar vita all’alleanza civica non è stato costituito – ha spiegato Magorno – Si fa questo tentativo, che speriamo vada in porto ma ancora non si sono fatti nomi e tantomeno sono state archiviate le Primarie. Mi attengo a quello che l’assemblea ha approvato. Questa mattina Incarnato ha convocato il tavolo del centrosinistra e immagino proporrà l’allargamento alle forze moderate e quando questo si costituirà vedremo come evolveranno le cose”. Infine per quanto riguarda le elezioni, Magorno è convinto: “a Cosenza si voterà. Escludo in maniera categorica che ci siano azioni tese a rinviare le elezioni di primavera 2016 a Cosenza”.