Atteso in città l’arrivo di Fiore, dopo l’annunciato presidio la città potrebbe essere militarizzata

Rinviata l’apertura della nuova sede di Forza Nuova a Verbicaro si attende l’arrivo dell’uomo indagato per la strage di Bologna che ha definito Cosenza “città governata da massoni e centri sociali”.


 

COSENZA – Per il suo arrivo si prevedeva di far blindare dalle forze dell’ordine il piccolo centro del Pollino per scongiurare scontri. Poi l’improvviso impegno a Bruxelles e il rinvio dell’inaugurazione condito da minacce di querela ai quotidiani, compreso QuiCosenza, che hanno pubblicato il comunicato sul presidio antifascista organizzato a Verbicaro per contestare Roberto Fiore il leader neofascista già indagato per concorso ispirativo nel delitto di strage. Domani, Martedì 5 Gennaio, a Cosenza alle 17.30 all’interno del CPOA Rialzo di viale Giacomo Mancini si terrà un’assemblea pubblica per discutere su come affrontare in città l’arrivo di Fiore. Il 9 gennaio infatti Roberto Fiore dovrebbe inaugurare la sede forzanuovista di Verbicaro e tenere successivamente una conferenza stampa nella città di Cosenza. “Questi squallidi personaggi, – si legge in una nota divulgata dai collettivi antifascisti bruzi – strumentalizzano la disperazione dilagante tra le masse per propagandare le loro malate idee razziste, xenofobe e sessiste. Sono quelli che predicano i messaggi del cristianesimo e poi fomentano odio e violenza contro i migranti; parlano di difesa degli operai e dei lavoratori, salvo piegarsi al volere dei padroni e dei banchieri; cercano di riciclarsi sotto spoglie pseudodemocratiche ma restano gli sgherri in camicia nera del capitale e del potere. Diamo a Fiore l’omaggio che questo territorio ha sempre riservato ai luridi topi di fogna come lui. Costruiamo insieme le mobilitazioni antifasciste di Verbicaro e Cosenza”. Un appello alla cittadinanza per una giornata, quella del 9 Gennaio, che nonostante le rigide temperature invernali si annuncia essere più che rovente. Per ora non si conoscono i dispositivi che saranno attivati dalle forze dell’ordine a Cosenza e Verbicaro nel giorno in cui Fiore farà visita alla città di Cosenza.