Sorrisi e coriandoli “invadono” Pediatria

COSENZA – La miglior medicina? Il sorriso. Senza dubbio. E’ su questa convinzione, antica quanto il mondo, che il Rotary di Cosenza,

ha organizzato, il Carnevale in corsia. L’organizzazione di volontariato, più nota al mondo, ha portato, grazie all’ausilio dei volontari e dei collaboratori della Baby Dance di Cosenza, sorrisi, coriandoli, festoni ed allegria nel reparto di Pediatria. Per i piccoli pazienti, alcuni purtroppo affetti da pericolose patologie tumorali, è stato un momento di relax e di gioia, un momento che gli ha fatto dimenticare quella loro condizione di malati, attaccati ad una flebo o costretti al letto, inchiodati da forti dolori e terapie. L’inizio della festa è stato dato da un sorridente Topolino che, con la sua eccezionale carica di simpatia ed allegria, ha dispensato carezze e abbracci. Non sono stati da meno gli animatori e le animatrici che con gli occhi coperti da mascherine e i volti dipinti hanno fatto divertire i piccoli, esibendosi in giochi di prestigio, intramezzati da canti e racconto di storielle. Felici i piccoli pazienti, ancor più contenti i loro familiari. Una mamma, avvicinatasi ad un’animatrice, ha detto. “Non potevate farmi un regalo migliore, far ritornare sul volto di mio figlio la curva del sorriso. Grazie, grazie, grazie”. Le parole della donna, hanno fatto brillare gli occhi a tutti. I miracoli avvengono anche dietro i gesti più semplici.