ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, Mario Corbelli propone la sua candidatura al Comune per il Movimento 5 Stelle

‘Se otterrò l’investitura degli iscritti sarò felice di rappresentare il movimento’


COSENZA – Mario Corbelli, docente di marketing e revisore legale dei conti, si candida alla carica di sindaco di Cosenza per il Movimento 5 Stelle. Corbelli, è il fratello del leader del Movimento Diritti Civili, Franco, le cui battaglie civili e di giustizia, le iniziative di solidarietà e le campagne umanitarie in tutti questi anni ha sempre sostenuto. Mario Corbelli ha aderito e si è regolarmente registrato oltre tre anni fa al Movimento 5 Stelle. “In piazza XI Settembre, nel corso dell’iniziativa dei grillini – prosegue la nota – Mario Corbelli ufficializzerà la sua candidatura. Corbelli è fratello del leader del Movimento Diritti Civili, Franco, le cui battaglie civili e di giustizia, le iniziative di solidarietà e le campagne umanitarie in tutti questi anni ha sempre sostenuto”.

“E’ giusto e direi anche doveroso – afferma Mario Corbelli – che chi come me ha aderito, in tempi non sospetti, molto prima delle elezioni politiche del 2013, al Movimento di Grillo risponda oggi all’appello degli attivisti e portavoce grillini e dia il suo contributo per la importante battaglia elettorale comunale per il cambiamento e il riscatto della nostra città, afferma Mario Corbelli, in una nota. Mi metto per questo al servizio della causa grillina, offro la mia disponibilità e annuncio la mia candidatura alla carica di sindaco di Cosenza, che ufficializzerò nel corso dell’iniziativa grillina a Corso Mazzini, in piazza XI Settembre. Metto la mia storia, la mia professionalità e il mio impegno civile al servizio del Movimento 5 Stelle e della mia città”.

“Saranno gli iscritti del Movimento – conclude Mario Corbelli – a votare e giudicare la mia candidatura a sindaco. Se otterrò l’investitura dal popolo grilino sarò felice di rappresentare, come candidato sindaco, il Movimento 5 Stelle alle elezioni comunali del prossimo anno a Cosenza. Nei prossimi giorni illustrerò il programma e gli obiettivi. Per quella che è la mia storia, legata indissolubilmente al Movimento Diritti Civili, naturalmente l’attenzione principale sarà per il sociale”.