Rapine: assalto ad un distributore di benzina

COSENZA – Un “pieno” di delirio… criminale. L’anonima rapine spa, torna a seminare il panico.

Tre persone, volto coperto da passamontagna, armi in pugno e auto rubata, si sono presentati al distributore Agip di via Reggio Calabria, per mettere a segno un colpo. Al loro arrivo, nel distributore di benzina, non c’erano clienti in fila, solo uno degli addetti alle pompe, intento a sistemarle. Il ragazzo, borsello a tracolla, con dentro l’incasso, è stato avvicinato da uno dei tre che, mostrandogli la pistola, gli ha intimato di consegnarli il borsello. Il ragazzo non ha tentato il minimo accenno di reazione e ha consegnato nelle mani del rapinatore 500 euro. Arraffati i soldi i tre, hanno ingranato al marcia e facendo fischiare le gomme sull’asfalto si sono dati alla fuga, in direzione via Popilia. Il ragazzo ha allertato la sala operativa del 113. Gli agenti della squadra Volante, coordinati dal commissario capo Giuliana Ferrara, giunti, in un lampo sul posto, hanno avviato le indagini di routine, seguiti a breve distanza dai detective della squadra Mobile, diretti dal commissario capo Antonio Miglietta e dagli specialisti della Scientifica, guidati dal responsabile Agostino Guarnieri. Gli inquirenti, hanno repertato una serie di indizi, sui quali concentreranno le indagini. Poco più tardi, nel corso di un servizio di pattugliamenti, i detective della polizia di Stato hanno trovato, in una stradina di via Popilia, l’auto, una Fiat Uno. L’utilitaria, aveva le portiere aperte, le luci accese e il motore ancora caldo. Segno che i malviventi se n’erano liberati per proseguire la fuga su altri mezzi. L’utilitaria è stata sequestrata. La stanno ispezionando, i detective della Scientifica.