ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, processo All Included sulle truffe alle assicurazioni: Facciolla chiede la conferma delle condanne

Il sostituto procuratore generale Eugenio Facciola al termine della sua requisitoria ha chiesto ai giudici della Corte d’appello di Catanzaro di confermare la sentenza del Tribunale di Cosenza.

CATANZARO – Il rappresentante della pubblica accusa ha chiesto la condanna di medici, avvocati e professionisti accusati di associazione per delinquere finalizzata alle truffe ai danni di compagnie assicuratrici, alla ricettazione e all’uso di atti falsi. Facciolla però ha chiesto anche di assolvere dal reato di associazione Anthony Martin Filardi (condannato a 2 anni e 1 mese in primo grado). Il processo d’appello proseguirà il 15 ottobre con le arringhe degli avvocati difensori. Gli imputati vennero coinvolti nell’inchiesta, scattata nel dicembre 2010, condotta dalla polizia stradale.

Secondo l’accusa, a Cosenza avrebbe operato una vera e propria organizzazione, che grazie a false perizie mediche e falsi testimoni avrebbe ottenuto rimborsi dalle compagnie assicurative per incidenti stradali mai avvenuti. Vorticoso sarebbe stato il giro d’affari quantificato dagli investigatori in centinaia di migliaia di euro. Agli arresti domiciliari fini’ anche l’ex coordinatore cittadino di Forza Italia Sergio Bartoletti. Il 18 luglio 2014 il Tribunale di Cosenza ha condannato 44 persone. La pena piu’ pesante, 3 anni e 7 mesi, fu inflitta proprio all’ex consigliere comunale azzurro.

 

In foto il Sostituto Procuratore Facciolla