ASCOLTA RLB LIVE
Search

Il presidente della cooperativa titolare del quotidiano Cronache del Garantista lascia l’incarico

Le dimissioni sarebbero scaturite dalla carenza di liquidità ed incomprensioni con i dipendenti i quali attendono il pagamento di nove mensilità.

COSENZA – Andrea Cuzzocrea, uno degli imprenditori che hanno fondato il quotidiano “Cronache del Garantista”, diretto da Piero Sansonetti, ha rassegnato le dimissioni da ogni incarico all’interno della societa’ cooperativa editrice del giornale. Cuzzocrea ha indirizzato una lettera di commiato al giornale che e’ stata pubblicata questa mattina. “In questi dodici mesi, – scrive fra l’altro Cuzzocrea – per scelta dei soci, ho ricoperto il ruolo di presidente della Cooperativa di giornalisti che edita questo giornale. Sono stati mesi molto complicati: le difficolta’ finanziarie del giornale, le incomprensioni con chi contribuisce a crearlo, l’incapacita’ di molti di comprendere che – strano, ma vero! – non lavoravano per un “padrone”, ma proprio per questo, per il successo dell’iniziativa, dovevano raddoppiare impegno ed entusiasmo, non organizzare scioperi e comunicati di protesta. E’ nella natura stessa di una cooperativa nella quale si partecipa agli utili ma ci si accolla anche dei rischi. La guida della Cooperativa ora passa di mano, ma il mio non e’ un messaggio di commiato. Questo giornale, creatura di Piero Sansonetti, – continua – ha bisogno di essere sostenuto, nell’imperante conformismo ipocrita e giustizialista, la voce del Garantista deve contribuire, in modo sempre piu’ incisivo, ad alimentare la speranza che la politica, la stampa e la magistratura svolgano il ruolo che spetta nei sistemi democratici e che la tripartizione dei poteri e delle funzioni di Montesquieu sia effettiva e non puramente teorica”.

Da parte loro i dipendenti del quotidiano lo scorso 15 Giugno in una nota denunciavano il mancato pagamento di diverse mensilità. “A un anno dalla prima uscita in edicola, – rendevano noto i giornalisti – una dissennata gestione economica dell’azienda ha fatto sì che giornalisti, collaboratori, grafici e poligrafici del Garantista si ritrovassero con 9 stipendi su 14 mai incassati. La scelta del personale di scongiurare licenziamenti riducendosi i compensi e ovviando così agli errori di altri non ha sortito gli effetti sperati, anzi. Il presidente del Cda della cooperativa, Andrea Cuzzocrea, a chi lamentava di vantare crediti per migliaia di euro ha risposto con un invito alle dimissioni”. Il Comitato di redazione del quotidiano Cronache del Garantista prende atto della fallimentare esperienza del quotidiano dicendo basta. “Nonostante il direttore Piero Sansonetti avesse proposto di far vincolare gli incassi delle vendite al pagamento degli stipendi – denuncia il Cdr – quel denaro è finito altrove insieme a quello delle pubblicità. A ciò si aggiunga l’atteggiamento della società titolare della testata, la quale avrebbe dovuto assicurare il sostegno economico iniziale del progetto per consentire alla cooperativa di reggersi sulle proprie forze. Tale contributo si è rivelato addirittura controproducente. Tutto – sottolinea il Cdr – nell’assenza totale di un qualsiasi piano industriale o editoriale per rilanciare il giornale. Il personale ha continuato a lavorare gratis, imbonito da proclami su una estenuante trattativa con una cordata d’imprenditori che avrebbe dovuto rilevare la testata e che, invece, resta avvolta nel mistero”.

In foto Andrea Cuzzocrea e Piero Sansonetti