Asp Cosenza, al via i vaccini per i 49mila over 80. Proposti cinema e ospedale da campo

Un lunga riunione operativa nella direzione generale dell’Azienda sanitaria per il via libera alla campagna di vaccinazione agli ultra ottantenni della provincia di Cosenza che dovrebbe completarsi in una decina di giorni. I medici di base faranno da collegamento tra i cittadini e l’Asp. Tra i punti di somministrazione proposti anche i cinema e la riconversione dell’ospedale da campo

.

COSENZA – Si è conclusa la riunione operativa all’interno della direzione generale dell’Azienda sanitaria di Cosenza per pianificare e dare ufficialmente il via alla campagna di vaccinazione contro il Covid per gli over 80 della provincia. Alla riunione, presieduta dal commissario Vincenzo La Regina, erano presenti, tra gli altri, il direttore sanitario Martino Rizzo, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, Antonio D’Ingianna, segretario provinciale di Cosenza dei medici di famiglia, i direttore dei distretti territoriali Asp della provincia. Il sindaco di Cosenza, nel corso della riunione, ha proposto come sedi cittadine per le vaccinazioni l’ampliamento della sede Usca di via degli Stadi, il possibile utilizzo del cinema teatro Italia e la conversione dell’ospedale campale dell’Esercito italiano in centro esclusivo per la vaccinazione.

Video Francesco Greco

Nel corso della riunione, in particolare, si è convenuto nel portare a completamento la vaccinazione agli operatori sanitari e degli operatori ospiti nelle strutture socio-sanitarie e già in fase avanzata e nel dare subito il via alla vaccinazione agli over 80. Il Commissario La  Regina, ha chiesto di procedere al più presto alla organizzazione della vaccinazione dei soggetti particolarmente a rischio e pertanto più vulnerabili, (pazienti dializzati ed affetti da patologie neoplastiche), da parte dei centri specialistici che li hanno in carica.

“C’è una grande sinergia – ha spiegato Antonio D’Ingianna segretario provinciale FIMMG – e inizieremo nei prossimi giorni a vaccinare. Circa il novanta per cento dei medici di base ha aderito alla campagna e saranno loro a fare da collegamento tra i cittadini e l’Asp. Stiamo lavorando e recupereremo il tempo”. Sono circa 49mila gli ultra ottantenni della provincia di Cosenza e in un massimo di dieci giorni sarà terminata questa seconda fase. “Abbiamo la disponibilità dei vaccini e ora tutto dipenderà dall’adesione alla campagna vaccinale – ha spiegato il direttore sanitario Martino Rizzo – e in questo sarà fondamentale il ruolo dei medico di base. La nostra è una provincia vasta e anche il supporto delle farmacie sarà importante“. Intanto, secondo quanto si è appreso già questa mattina, 92 anziani over ottantenni sono stati sottoposti alla prima dose del comune di San Fili, nel cosentino, grazie a una sinergia tra la locale amministrazione, l’Asp e i medici di base.