Cosenza, corso Mazzini affollato nel primo giorno di ‘zona arancione’

La Calabria da oggi passa dalla zona rossa a quella arancione, riaprono i negozi e le strade del centro città si affollano nonostante gli appelli alla cautela

 

COSENZA – Dopo settimane di strade semideserte, negozi chiusi e corpifuoco, la situazione in città nelle ultime ore è notevolmente cambiata. La ‘zona arancione’ che consente da oggi ai calabresi misure allentate rispetto alle restrizioni della zona rossa, ha fatto registrare nel pomeriggio di oggi, primo giorno di entrata in vigore delle nuove disposizioni, tanta gente a passeggio su corso Mazzini, nel giorno in cui riaprono i negozi. In molti però sembrano aver dimenticato che la nuova ‘colorazione’ non è una sorta di “liberi tutti”.

Con l’entrata in zona arancione, anche in base all’ordinanza firmata dal presidente facente funzioni Nino Spirlì, restano valide le avvertenze ad evitare assembramenti, nonostante la possibilità di poter fare un giro per lo shopping. Eppure in questa domenica pomeriggio il ‘centro commerciale all’aperto’ della città, corso Mazzini, ha visto tantissime persone a passeggio: “diamo un’occhiata alle vetrine e facciamo una passeggiata” racconta una coppia; “iniziamo a recuperare un pò di shopping” dicono altri, e questo non può che far bene al commercio e all’economia della città duramente colpita dalle severe misure della zona rossa. Ma la notevole presenza di persone sul corso principale  sembra più un modo per andare in giro, che la foga di fare compere. Da oggi la Calabria è in zona arancione è vero, ma il coronavirus continua a far registrare numeri importanti e come più volte sottolineato dagli esperti, non è il momento di abbassare la guardia.