Minacce, resistenza e traffico di influenze illecite. Arrestate a Cosenza due persone

Un 25enne e un 53enne a bordo di un auto, dopo aver provato a seminare gli agenti in pieno centro città, mettendo anche a rischio l’incolumità degli altri automobilisti e dei pedoni, sono stati arrestati in flagranza

.

COSENZA – Nella sera di ieri gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Cosenza hanno arrestato un 25enne e un 53nne, per minacce e resistenza a pubblico ufficiale e traffico di influenze illecite. Il fermo è avvenuto ieri sera dopo che nel corso dell’attività di prevenzione e controllo del territorio effettuata nel centro di Cosenza, una volante è stata prima affiancata e sorpassata a velocità sostenuta da un’auto con a bordo i due. Dopo una manovra spericolata, la vettura ha continuata a zigzagare pericolosamente tra le altre auto presenti sulla carreggiata, mettendo a serio rischio l’incolumità sia delle persone alla guida dei veicoli in transito che dei pedoni.

All’intimazione dell’alt da parte degli agenti, il 25enne alla guida, invece di fermarsi ha accelerato l’andatura nel tentativo di far perdere le proprie tracce ma senza riuscirci, venendo bloccato poco dopo.  Dopo essere scesi dall’auto, i due hanno continuato ad avere un atteggiamento ostile e minaccioso nei confronti degli agenti, rifiutandosi di adempiere all’invito a recarsi in Questura opponendo resistenza fisica e vantando altresì una relazione di parentela con un pubblico ufficiale che a loro dire li avrebbe danneggiati. I due per questo motivo sono stati arrestati in flagranza di reato.