Cosenza, undici consiglieri chiedono la convocazione del Consiglio

Primo firmatario è il consigliere comunale Vincenzo Granata, a lui si uniscono Fabio Falcone, Pasquale Sconosciuto, Luca Gervasi, Antonio Ruffolo, Massimiliano Battaglia, Maria Teresa De Marco, Giuseppe d’Ippolito, Piercarlo Chiappetta , Gaetano Cairo e Massimo Lo Gullo

 

 

COSENZA – Undici consiglieri comunali hanno firmato la richiesta di convocazione del consiglio comunale del Comune di Cosenza, protocollata in data 7 Agosto 2020 presso la segreteria generale dell’ ente, ai sensi dell’art. 19 comma 1 del regolamento del consiglio comunale di Cosenza, per discutere alcuni punti all’ordine del giorno rinviati e già richiesti in precedenti consigli comunali.

I punti riguardano: 1) Discussione sul futuro di Piazza Bilotti; 2)Discussione sulla viabilità cittadina; 3) Discussione per valutare la possibilità di gestione diretta del servizio di raccolta dei rifiuti; 4) Discussione sui servizi pubblici essenziali: ciclo rifiuti, servizio idrico integrato, trasporto pubblico locale, Welfare ; 5) Discussione sulle problematiche del cimitero di Cosenza; 6) Discussione in ordine alle note pervenute dalla Geko S.P.A. ed aventi ad oggetto servizio di manutenzione dell’impianto di depurazione.
“Ad avviso dei consiglieri comunali – si legge nella nota – non è più rinviabile la discussione su punti indicati, già inseriti nei precedenti consigli comunali, rilevata l’importanza degli argomenti da trattare. Il Consiglio Comunale è l’organo di governo comunale che, insieme al Sindaco, rappresenta direttamente i cittadini. Al Consiglio spetta interpretare gli interessi generali della Comunità e di orientare ad essi la propria azione. E’ importante che il Consiglio esprimerà, nel ri¬spetto del principio della pluralità di opinione, i propri orienta¬menti su temi ed avvenimenti di particolare e spiccato interesse per la Comunità”.