Catena dei contagi per Rogliano e Fiumefreddo, tutti negativi i tamponi

Sono tutti negativi i tamponi eseguiti sulle persone e i familiari venuti in contatto con l’anziana della Val D’Aosta in isolamento a Rogliano e la dottoressa di Fiumefreddo Bruzio. A Morano Calabro si segnala un caso di positività da test sierologico

 

COSENZA – I risultati dei tamponi effettuati sui cittadini venuti a contatto con l’anziana calabrese rientrata dalla Valle D’Aosta dove risiede, e attualmente in regime di isolamento domiciliare con un figlio e il nipote in un bed&breakfast di Rogliano, e con la dottoressa di Fiumefreddo Bruzio che lavora in una nota struttura ospedaliera della Capitale, sono tutti negativi. La task force dell’Asp di Cosenza ha prontamente ricostruito la catena dei contagi e provveduto a sottoporre ai test rinofaringei per scongiurare il rischio di diffusione del coronavirus. Per l’anziana che si trova a Rogliano e per i familiari, nelle prossime ore saranno effettuati i test di verifica per confermare l’esito del primo tampone di controllo.

Intanto a Morano Calabro, è stato registrato un caso positivo da test sierologico. A renderlo noto è stato il Comune sulla propria pagina Facebook che ha ricevuto a sua volta un’informativa dall’Asp di Cosenza. Adesso si aspettano gli esiti del tampone. Nel post si “informa la popolazione che è pervenuta dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza un’informativa circa la positività di un nostro concittadino al test sierologico per il Covid 19”. “In attesa dell’esito del tampone l’interessato e la sua famiglia sono stati posti in regime di isolamento”.