Buoni spesa a Cosenza, Ambrogio chiede convocazione urgente della Commissione Welfare

“In qualità di consigliere comunale, depositerò gli elenchi dei beneficiari dei contributi economici e delle attività commerciali aderenti all’iniziativa, presso la locale caserma della Guardia di Finanza”

 

COSENZA – “Oggi, ho chiesto formalmente alla Presidente della Commissione Welfare, la Consigliera Comunale dr.ssa Maria Teresa De Marco, la convocazione urgente della Commissione Consiliare “Welfare” alla presenza del Dirigente di Settore Avv Scaramuzzo e del neo assessore Alessandra De Rose, per la predisposizione delle procedure atte all’individuazione dei cittadini beneficiari delle risorse governative per l’acquisto di derrate alimentari, nell’ambito dell’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla pandemia da Covid-19.” Questo l’annuncio dell’Avv. Marco Ambrogio.

“Nella stessa seduta – continua – individueremo le procedure per la selezione degli esercenti commerciale presso si potranno eventualmente i buoni spesa, e intensificheremo la collaborazione con gli Enti di Volontariato del Terzo Settore, che già dalle scorse settimane hanno intrapreso lodevoli iniziative autonome per fronteggiare la grave crisi sociale che il Coronavirus sta determinando per molte famiglie cosentine. Ritengo fondamentale coinvolgere le Associazioni nella maniera più ampia possibile, poiché queste conoscono a fondo le reali esigenze di bisogno presenti in città, anche quelle più nascoste, e hanno una capacità organizzativa invidiabile, soprattutto tempestiva, come hanno dimostrato in questi giorni.

La Commissione, che ho suggerito debba svolgersi a porte chiuse, per evidenti garanzie di riservatezza, dovendo verificare le identità dei cittadini inseriti dell’elenco degli indigenti assistiti dal Comune, dovrà stabilire procedure assolutamente trasparenti e con il massimo grado di equità sociale. A tal proposito, faccio mie le parole pronunciate dal Procuratore Nicola Gratteri, il quale ravvisa la necessità di aumentare l’attenzione su eventuali utilizzi impropri delle risorse messe a disposizione, di intensificare i controlli sui beneficiari delle misure, e di evitare condotte illecite di qualsiasi tipo.

Per questo, nella qualità di Consigliere Comunale, depositerò gli elenchi dei beneficiari dei contributi economici e delle attività commerciali aderenti all’iniziativa, presso la locale caserma della Guardia di Finanza, affinchè, come auspicato dal Magistrato calabrese, possano essere compiuti i doverosi controlli, al fine di garantire il rispetto dei termini di Legge, e scongiurare atti moralmente deprecabili, che in particolare nell’attuale situazione, sarebbero davvero impossibili da sopportare.”