Amianto: censimento e bonifica di edifici pubblici, Ona chiede proroga della scadenza

La richiesta è motivata dall’allarme Coronavirus, che ha costretto ad annullare due eventi organizzati per informare le amministrazioni pubbliche

 

COSENZA – Sono stati annullati due eventi e per questo parte la richiesta di una proroga al bando della Regione Calabria per il censimento e la bonifica degli immobili pubblici. “L’ONA Cosenza – comunica il Coordinatore Provinciale Giuseppe Infusini , assieme all’ONA Reggio Calabria, prende atto dell’allarme creato dal rischio di contagio da Coronavirus e rimanda a data da destinarsi i convegni previsti per i prossimi giorni a Spezzano Albanese e Torano Castello, organizzati proprio per illustrare alle amministrazioni le modalità di adesione al bando pubblicato il 3 febbraio scorso, che prevede la concessione di contributi finanziari per la rimozione e lo smaltimento di manufatti in amianto da edifici pubblici”.

E’ un’opportunità da non perdere per i Comuni, alle prese con difficoltà economiche che non consentono spesso di far fronte alle esigenze di liberarsi di questo pericoloso materiale ancora molto diffuso sul territorio. Per questo motivo l’ONA, da anni al fianco delle istituzioni, ha richiesto con una comunicazione ufficiale al Dipartimento Ambiente della Regione Calabria la proroga della scadenza del bando, ad oggi fissata al 2 aprile prossimo.

Una richiesta motivata dalla necessità di informare adeguatamente le amministrazioni, necessità a cui attualmente, alla luce delle misure precauzionali indicate dal Ministero della Salute, non è possibile far seguito avendo l’associazione – in accordo con i sindaci dei due Comuni – preferito cancellare momentaneamente i due incontri.