“Le strade da non ripercorrere”: giovani incontrano il presidente della Fondazione Ferramonti

Nella settimana della memoria un incontro con il Prof. Carlo Spartaco Capogreco, massimo esperto, a livello internazionale, dello studio e della riscoperta dell’internamento civile fascista in Italia e nei Balcani

 

COSENZA – “Juna – letture per ragazzi” il 26 gennaio ore 17:30, in occasione della settimana della memoria, organizza nei suoi locali, in via Minzoni 30, un incontro con il Prof. Carlo Spartaco Capogreco (Docente di Storia Contemporanea Unical e Presidente della Fondazione Ferramonti), per parlare di storia, memoria, attualità. L’evento si rivolge soprattutto ai ragazzi delle scuole medie e superiori essendo Juna uno spazio di letture per giovani. L’invito è comunque aperto a chiunque voglia partecipare.

Carlo Spartaco Capogreco è uno storico italiano specializzato nello studio dei campi di concentramento fascisti, docente universitario e presidente della Fondazione Ferramonti. È considerato uno dei massimi esperti, a livello internazionale, dello studio e della riscoperta dell’internamento civile fascista in Italia e nei Balcani. Altri suoi temi di ricerca sono la Shoah nella Repubblica sociale italiana ed il rapporto memoria-democrazia nell’Italia repubblicana. È stato il primo storico italiano a ricostruire in una monografia le vicende di un campo di concentramento fascista. E la pubblicazione di quel libro (Ferramonti, edito dalla Giuntina nel 1987) viene indicata come “un momento cardinale in un processo che avrebbe rovesciato l’ottica largamente dominante nella storiografia del dopoguerra così come la percezione comunemente condivisa del passato fascista“.

Alla storia del campo di Ferramonti ed alla riscoperta del suo sito geografico ha dedicato notevoli energie fin dal 1984. Tra l’altro, già nel 1986 ne ha parlato in America; nel 1988 ha promosso la “Fondazione Ferramonti”; nel 1996, ha inserito Ferramonti nella prima guida storico-geografica italiana sui “luoghi della memoria”. Tant’è che lo storico ed ex internato di Mauthausen Bruno Vasari ha scritto su “Triangolo Rosso” che Capogreco “ha fatto conoscere Ferramonti al mondo intero”. La sua opera più importante è la ricerca sfociata nel 2004 – dopo vent’anni dedicati ad esplorare il sistema concentrazionario fascista – nella pubblicazione del volume I campi del duce, edito in Italia da Einaudi e pubblicato anche in altre lingue

Per info: [email protected] – 3296053952 o 3898235484