Tassista accoltellato a Cosenza per una corsa da 10 euro

A scrivere alla nostra redazione è stata la figlia della vittima. I fatti sarebbero accaduti ieri mattina a Cosenza nei pressi di viale della Repubblica

 

COSENZA – “Una mattina come tante altre quando mio padre si è alzato presto per andare a lavorare”. Inizia così il racconto di S.D., figlia della vittima di 25 anni. Lui fa il tassista con regolare con licenza a Cosenza, quando per strada incontra – racconta la figlia – un ragazzo di colore, alto circa 1.70cm, con addosso un jeans blu e una maglia nera, il quale avrebbe bloccato l’auto chiedendo ad A.D. 53enne di accompagnarlo. In base alla distanza del viaggio “mio padre gli chiede 15 euro ed il ragazzo avrebbe chiesto se fosse possibile fare 10”.

I due si sarebbero poi messi in macchina ma poco prima di arrivare a destinazione, il giovane avrebbe chiesto al tassista di fermarsi perché voleva scendere lì. “Mio padre – racconta ancora la figlia – ha arrestato la marcia” quando ad un tratto il ragazzo, che era seduto al lato destro del sedile posteriore, si sarebbe spostato dietro la vittima estraendo un coltello e ferendolo alla gola. Il tassista ferito, avrebbe tentato una colluttazione e sarebbe poi sceso dall’auto. Fuori dalla vettura, ancora fendenti, all’addome.

L’autore dell’aggressione sarebbe poi scappato verso piazza Cappello facendo perdere le sue tracce. Il fatto è stato denunciato alle forze dell’ordine. Le condizioni del tassista non sono gravi ma ha rimediato diversi punti e soprattutto “dovrà subire – spiega la figlia – un intervento al tendine di una mano”.

“Mio padre ha avuto il coraggio di arrivare in ospedale in condizioni che nessuno può immaginare – racconta S.D. – e la scena sembrava quella di un film. Ovviamente abbiamo denunciato tutto alle forze dell’ordine. Ma chi lo troverà mai più questo ‘soggetto’?”.

“Mio padre è vivo per miracolo ma è pieno di punti. Abbiamo passato una giornata che – ha raccontato la donna – solo il Signore sa. Chiedo di pregare per mio Padre affinché guarisca presto. Spero che questa notizia arrivi anche al Sindaco in modo che lui sappia cos’è successo ad un suo cittadino, che era andato a guadagnarsi il pane ed è stato accoltellato per 10 euro”.

Sono in corso le indagini della Squadra Mobile della Polizia di Stato per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e i dovuti riscontri sul racconto della vittima. Al momento non è stata rinvenuta neanche l’arma utilizzata per il ferimento.