Lande desolate, rinviata l’udienza dinnanzi al gup per Mario Oliverio

L’udienza preliminare del procedimento “Lande desolate” è fissata il 24 febbraio 2020 per sciopero avvocati. Le accuse sono, a vario titolo, corruzione e abuso d’ufficio

 

CATANZARO – E’ stata rinviata al 24 febbraio 2020, per l’astensione nazionale degli avvocati contro la riforma della prescrizione, l’udienza preliminare del procedimento “Lande desolate”, che vede tra gli imputati il governatore calabrese Mario Oliverio. Si tornerà in aula un mese dopo la tornata elettorale delle Regionali, prevista per il 26 gennaio.

Assieme al governatore sono indagati, tra gli altri, la deputata del Pd Enza Bruno Bossio e l’ex consigliere regionale dem Nicola Adamo. Le accuse sono, a vario titolo, corruzione e abuso d’ufficio. L’inchiesta riguarda presunte anomalie riscontrate dalla Procura di Catanzaro sulla realizzazione di tre opere pubbliche: la nuova funivia di Lorica, in Sila; l’aviosuperficie di Scalea ed il restyling di piazza Bilotti, a Cosenza.