Autostazione di Cosenza: «Comune ‘sordo’ su una realtà che produce economia»

Sono anni che l’associazione Brutia Commercianti chiede l’intervento dell’amministrazione comunale, sia quella attuale che le precedenti. Secondo il presidente Gino Mastrandrea c’è la volontà di ‘affossare’ l’area dell’autostazione

 

COSENZA – Lettere su lettere, appelli, richieste cadute nel vuoto e restano sporcizia, vandalismo e criminalità. La situazione dell’autostazione di Cosenza, luogo in cui partono e arrivano autobus, dove approdano centinaia di persone provenienti da tutta la provincia, è da tempo molto critica e nonostante il sindacato Faisa Confail e l’associazione Brutia Commercianti abbiano chiesto una discussione in merito in consiglio comunale, ad oggi il problema non è stato ancora affrontato.

«L’autostazione è il solo cuore pulsante economico della città – spiega ai microfoni di RLB Gino Mastrandrea, presidente dell’Associazione – ed abbiamo la fortuna di avere oltre 160 comuni limitrofi, che sono quelli che hanno prodotto in questa città da oltre 40 anni. Qui il commercio è stato fatto su misura per questa utenza. E vorrei ricordarlo a questa amministrazione, così come fatto con le precedenti, che sono sempre state sorde su questo argomento, che questi 160 comuni fanno sì che possa esistere il commercio a Cosenza».

ASCOLTA L’INTERVISTA

«Il problema è che c’è sempre stata una volontà per far sì che le cose si degradassero ad un punto tale da poi poter dire: “ora dobbiamo cancellare questa zona”, così come è successo per la stazione dei treni, il mercato ortofrutticolo, quello su Cosenza vecchia, lungo Crati… Non capisco il motivo, ma è evidente la volontà di portare al degrado una realtà che funziona e produce economia, per spostarla (se ne parla da anni) a Vaglio Lise o per fare altre cose che non stanno né in cielo né in terra. Abbiamo una provincia che, – prosegue Mastrandrea – come la città, paga le tasse e anche quei cittadini devono avere i servizi della città (uffici, scuola…)».

«La non volontà di mettere mano alla situazione si racchiude in un ritorno economico per qualcuno: questo è chiaro. Così come è successo per la stazione dei treni con soldi e milioni buttati». «Noi conosciamo i problemi del commercio e di quest’area ma l’amministrazione ci ha sempre risposto che “non conosciamo il futuro e non vogliamo che questa città vada avanti”. E anche quando abbiamo detto al sindaco di aver cantierizzato una città e gli abbiamo chiesto se, qualora facesse dei lavori in casa sua, lasciasse libera almeno una stanza per dormire, lui ha risposto che “noi non vogliamo il progresso”. Quando non sa cosa dire – dice il presidente dell’Associazione Brutia commercianti – risponde così. Noi però negli anni, abbiamo visto chiudere decine di aziende, altre hanno aperto e chiuso.  Ed oggi siamo in questa situazione, ed è solo una delle tante conseguenze».

L’autostazione è importante per tutta la città

«L’autostazione è importante non solo per chi ci gravita, ci lavora, ma lo è per tutta la città e deve andare avanti ma è stata abbandonata, lasciata al degrado. Qui l’economia deve continuare a vivere, ma alla luce dell’ultimo episodio di vandalismo, la situazione sta degenerando e crediamo che possa succedere qualcosa di più grave. Il Comune e Ferrovie della Calabria dovrebbero parlare, perchè qualcosa si può fare. Purtroppo il freno delle FdC è stato sempre quello dell’amministrazione comunale, che ha posto tutto sull’incerto. E siccome ci vogliono soldi per rimettere a posto il sito, non si è fatto niente». «Abbiamo chiesto un posto di Polizia fisso ma ci è stato detto che è difficile e oneroso e che sarebbe stato sostituito da una sorveglianza di telecamere». E’ evidente che questo non basta.

 

La denuncia – Ennesimo grave episodio nell’area dell’autostazione di Cosenza




Privacy Preference Center

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config