Scomparso Ettore Petrolo, segretario generale del Comune di Cosenza dall’82 al 95

Il cordoglio del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto “gran conoscitore della macchina comunale. Un galantuomo, il cui agire è stato sempre improntato alla correttezza e ad un alto senso delle istituzioni”

.

COSENZA – “Un galantuomo, il cui agire è stato sempre improntato alla correttezza e ad un alto senso delle istituzioni. Con lui scompare una figura di spicco del Comune di Cosenza, gran conoscitore della macchina comunale e prezioso elemento di raccordo con la dirigenza e i funzionari di Palazzo dei Bruzi, fino al giorno del conseguimento della pensione, nel 1995”. Il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto ha voluto ricordare così il dottor Ettore Petrolo, segretario generale del Comune di Cosenza dal 1982 al 1995, scomparso la notte scorsa all’età di 85 anni. Ettore Petrolo assunse l’incarico di vice segretario vicario di Palazzo dei Bruzi nel luglio del 1975 e lo mantenne fino al 31 agosto del 1978. Dal 15 marzo 1982 divenne segretario generale titolare, incarico che conservò fino al 1° febbraio 1995, affiancando ben 14 sindaci. Dopo il segretariato generale al Comune di Cosenza, il dottor Petrolo fu direttore generale dell’Azienda “Mater Domini” di Catanzaro, Commissario all’Afor, sub commissario all’ASP di Cosenza, Assessore al Comune di Rende con delega al Personale, Difensore civico dello stesso comune di Rende e commissario prefettizio al Comune di Corigliano.

“Chi ha collaborato con Ettore Petrolo – sottolinea ancora il Sindaco Occhiuto – ricorda ancora oggi il suo garbo e la sua cortesia, oltre che una innata cordialità. Qualità che connotavano non solo la sua figura pubblica, ma anche il suo profilo umano. In questo triste momento – conclude il sindaco di Cosenza – esprimo il mio più profondo cordoglio, insieme a quello di tutta l’Amministrazione comunale, alla moglie del dottor Petrolo, prof.ssa Dina De Luca, e ai suoi tre figli, Francesco, mio amico personale, Fabio e Annarita”.