Cosenza: ‘furbetto’ del reddito di cittadinanza, scoperto con droga e abiti falsi

La Guardia di Finanza ha fermato l’uomo mentre usciva da un bar di Rogliano con una voluminosa busta di plastica

 

COSENZA – Era beneficiario del reddito di cittadinanza ma vendeva capi d’abbigliamento contraffatti e spacciava droga. A scoprire il delinquente furbetto, sono stati i finanzieri di Cosenza che, insospettiti dallo strano comportamento di una persona che usciva da un bar di Rogliano con in mano una voluminosa busta di plastica, hanno deciso di fermarla.

L’uomo è stato identificato e poi le fiamme gialle hanno visionato il contenuto, rilevando la presenza di alcuni campioni di capi d’abbigliamento e accessori contraffatti. In auto l’uomo aveva oltre ad un centinaio di articoli di note marche sportive e griffe della moda, anch’essi contraffatti e destinati alla rivendita.

I finanzieri hanno poi proceduto a perquisire la sua abitazione, a Castrolibero, dove hanno trovato e sequestrato altra merce contraffatta, insieme a oltre 30 grammi di hashish. La persona fermata aveva richiesto ed ottenuto – dall’aprile scorso, per un importo di quasi 4mila euro – il Reddito di cittadinanza. L’uomo è stato denunciato alla procura della Repubblica di Cosenza per i reati di contraffazione, traffico di sostanze stupefacenti ed indebita percezione del Reddito di Cittadinanza.

Il soggetto, già con precedenti di polizia per reati inerenti le sostanze stupefacenti, rischia adesso fino a sette anni di reclusione ed è stato segnalato all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per il recupero delle somme indebitamente fruite.